Filettare piastrelle mosaico

Come filettare le piastrelle a mosaico

Filettare è una tecnica di decorazione di sicuro interesse ma richiede l'impiego di prodotti adeguati ed una buona dose di manualità. Per filettare correttamente ciò che occorre è un supporto sul quale devono poggiare le tessere. Si può trattare di una rete (spesso è usata la rete in fibra vetrosa) o ancora carta o pellicola trasparente (da rimuovere dopo aver eseguito la posa delle piastrelle). Tale supporto deve a sua volta poggiare su una base di calcestruzzo perfettamente livellata e liscia. Si possono allora incollare le tessere sul supporto e per fare questo possono essere utilizzati il silicone, la malta o le colle presenti in commercio. A questo punto le tessere devono essere pressate e livellate con apposito attrezzo chiamato frattazzo. La riempitura delle fughe e la stuccatura terminano la posa delle piastrelle.
Filettare le piastrelle a mosaico

Mannesmann - M53250-B - Set per filettatura, 32 pz.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,49€
(Risparmi 18,71€)


Le piastrelle a mosaico

Piastrelle mosaico Le piastrelle a mosaico sono una scelta comune nel panorama delle case italiane, in quanto si adattano molto facilmente a tutti gli ambienti interni ed esterni. Tali piastrelle sono composte da tessere di diverse dimensioni, che variano a seconda della precisione e del disegno che si vuole realizzare. Si possono trovare motivi floreali, geometrici, immagini classiche e disegni moderni: il tutto è affidato all'estro dell'artista che li crea. Diversi sono i materiali con i quali vengono realizzate: dai più classici come la pietra e la ceramica, ai più moderni come il vetro e l'acciaio. Le svariate combinazioni di materiali e colori regalano agli ambienti in cui si trovano uno stile brillante e moderno, con gradevoli riflessi ed effetti di luce. Facili nella pulizia e nella messa in posa, le piastrelle a mosaico risultano nella maggior parte dei casi resistenti allo scorrere del tempo e all'usura.

  • Posa in opera di un massetto Per realizzare un pavimento a regola d'arte non è sufficiente riuscire a mettere in posa con professionalità mattonelle, piastrelle o parquet. Il segreto per avere un pavimento uniforme e piano, già p...
  • Esempio di piastrelle a mosaico Le piastrelle a mosaico sono uno dei rivestimenti più usati in Italia perché possono essere realizzate in qualunque materiale e si possono adottare in tutti gli ambienti interni ed esterni. Si caratte...
  • Varie tipologie di piastrelle adesive Le mattonelle adesive vengono realizzate quasi sempre in PVC. Presentano numerosi vantaggi rispetto alle piastrelle tradizionali in quanto permettono di effettuare una posa estremamente semplice anche...
  • Piastrellare il pavimento Piastrellare è il nome che si dà al lavoro di posa delle piastrelle sul pavimento o sulle pareti della casa o di qualunque altro locale. Non è necessario rivolgersi a un piastrellista perché è un'oper...

Pigmenti luminescenti professionale, Polvere fosforescente, Colore fluorescente (fotoluminescenza, non tossico, Strontium Aluminate) (40 g, azzurro)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


In quali ambienti utilizzare le piastrelle a mosaico?

mosaico Proprio per la versatilità dei colori, delle dimensioni e dei materiali, le piastrelle a mosaico possono essere posate in tutti gli ambienti delle nostre case. Classicamente venivano impiegate come rivestimenti delle docce e più generalmente nell'ambiente del bagno. Oggi, grazie alle diverse variabili, anche gli altri ambienti della casa aprono le porte a queste soluzioni. Da semplici rivestimenti destinati all'umidità del bagno e del paraschizzi della cucina, oggi diventano motivo d'arredo e di decorazione. A contribuire a tutto ciò sicuramente i materiali diversi ma anche le dimensioni che possono andare dai classici 2X2 centimetri ai 30X30 centimetri, offrendo prospettive d'uso e destinazioni varie. Inoltre alcune piastrelle a mosaico sono supportate da carta o pellicola trasparante e ciò rende possibile il loro impiego anche in superfici ricurve.


I materiali di realizzazione delle piastrelle a mosaico

tessere mosaico in vetro Quasi tutti i materiali presenti in edilizia si sono prestati alla composizione di piastrelle a mosaico: dal gres porcellanato alla pietra, dal vetro al marmo, perfino l'acciaio. La scelta del materiale dipende dal gusto personale e dalle personali esigenze. Le piastrelle in gres porcellanato vengono spesso adottate in ambienti rustici, per dare un senso di calore e personalità. Presentano una rete resistente all'umidità, per cui si prestano non solo agli ambienti interni ma anche a quelli esterni. Le piastrelle a mosaico in marmo vengono adoperate soprattutto in ristrutturazioni e ambienti lussureggianti. Quelle in ceramica smaltata sono sensibili all'umidità pertanto sono preferibili nelle stanze interne alla casa e in ambienti secchi. Più moderne sono invece le piastrelle a mosaico realizzate in metallo, mentre la versione più ecologica è quella in vetro riciclato.


Costo piastrelle mosaico

I costi delle piastrelle a mosaico variano a seconda del materiale con il quale vengono realizzate (ventro, pietra, cotto, porcellana, marmo, acciaio, vetro) e della loro grandezza.

Per la fornitura e la posa il prezzo si può aggirare intorno ai 150euro al mq, con ampi margini di variazione.

Una soluzione economica potrebbe essere quella di optare per piastrelle costituite da tessere in resina, un materiale molto leggero e dall'effetto simile a quello del vetro e della ceramica. Questo tipo di pistrelle risulta ideale per decorare ampi spazi e può essere montato sia in ambienti esterni che interni, essendo molto resistente alla temperature, alla luce e all'acqua. Le tessere in resina si puliscono in maniera semplice, utilizzando un panno inumidito e detergenti facilmente reperibili in tutti i supermercati.


Filettare piastrelle mosaico: Filettare piastrelle a mosaico consigli

posa mosaico Negli ultimi anni i mosaici sono ritornati di gran moda e parallelamente si sono sempre più specializzate delle figure in grado di filettare e posare ad arte le piastrelle a mosaico.

Con un po' di pazienza e con accuratezza è possibile filettare personalmente le piastrelle a mosaico. Occorre, però, utilizzare alcuni accorgimenti.

Se le tessere vengono incollate su un supporto di carta o pellicola trasparente, è necessario che il piano su cui poggeranno sia liscio e livellato. Un piano di fondo uniforme garantisce un ottimo risultato estetico, con linee di fuga regolari ed equidistanti fra loro.

Inoltre bisogna prestare molta attenzione al far aderire le tessere al loro supporto (rete, carta o pellicola) in maniera pulita, senza sbavature di collante e posizionandole il più regolarmente possibile, in modo da soddisfare non solo la nostra creatività ma anche il nostro occhio.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO