Potatura kiwi

Potatura kiwi, tempi e strumenti necessari

Negli ultimi anni il kiwi è diventato una pianta tipica dei nostri giardini. Grazie alla sua caratteristica rampicante, il kiwi viene spesso utilizzato per coprire pergolati e tettoie. Affinchè questa pianta possa dare il massimo dei frutti e rimanere in salute per lungo tempo, è necessario che venga potata in modo corretto, con le giuste tecniche. Per prima cosa il periodo dell'anno ideale per procedere con la potatura kiwi è fine inverno, cioè tra febbraio e marzo, questo per evitare il rischio delle gelate e perchè la pianta in questa fase dell'anno non è ancora vegetativa. Tagli di rifinitura possono comunque essere fatti anche in tarda primavera, inizio estate. Gli strumenti necessari per potare sono pochi, ma devono essere ben affilati affinché i tagli siano decisi e netti. Un taglio impreciso provoca, infatti, stress alla pianta e può farla addirittura seccare. Per effettuare la potatura kiwi servono semplicemente cesoie da giardino (per i rami più piccoli e giovani) e una sega (per i rami più grandi). La potatura viene fatta in inverno perchè la pianta deve essersi spogliata completamente di foglie e frutti.
Pianta di kiwi

Fiskars Universal Garden Cutter telescopico UPX86 con Seghetto, Standard

Prezzo: in offerta su Amazon a: 117,9€


Potatura di allevamento

Potatura kiwi La potatura di allevamento è quella che si effettua nei primi due/tre anni di vita del kiwi, dopo che è stato messo a dimora nel terreno. Il kiwi infatti, una volta piantato, non produce subito i frutti ma impiega circa due anni ad ambientarsi nel terreno e ad entrare in produzione. La potatura di allevamento serve dunque a dare una prima forma alla pianta (tronco dritto e rami a pergola) e a stimolare la produzione della vegetazione (fogliame) nonché quello dei frutti. Tenendo conto che la forma del kiwi dovrà essere biforcuta, con l'aiuto di una sega è consigliato tagliare tutti i rami in eccesso, anche grossi, fino a lasciare solo due branche principali, quelle più robuste e lineari. Il taglio dovrà essere netto e praticato alle attaccature del tronco. Eliminare con la sega (o con cesoie se i rami sono piccoli) anche tutti i getti e le gemme che partono dal tronco principale.

  • Produzione e trattamento dell'humus per substrato Il substrato è un elemento fondamentale per ottenere buoni risultati nei nostri giardini, aiuole e risulta particolarmente adatto nell'ipotesi di coltivazione in vaso. E’ infatti la base primaria da c...
  • Vasi da giardino decorati I vasi da giardino, ovvero i contenitori per la coltivazione di piante, fiori o anche ortaggi e verdure, sono disponibili in innumerevoli forme, colori, materiali e dimensioni. I motivi per cui si sce...
  • Esempio di prato inglese Il prato inglese è un tipo di manto erboso che deriva il suo nome dal fatto di essere stato adottato per la prima volta dai proprietari terrieri della Gran Bretagna nel Seicento. Durante i secoli le t...
  • Gardenia fiorita La gardenia è originaria della fascia tropicale africana e comprende circa 250 specie differenti. La più comune in Italia è la gardenia jasminoides, molto apprezzata per i suoi fiori particolarmente o...

Forbici elettriche da potatura con 2 batteria,Cesoie elettriche per potatura,forbici potatura taglia rami a batterie forbice da potatura per giardinaggio 16V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 141,99€


Potatura di produzione

Passati i primi anni la pianta inizia a dare i frutti, è quindi fondamentale potare bene il kiwi affinché la produzione sia sempre rigogliosa e la pianta forte. A fine inverno si procede dunque con la potatura di produzione, che consiste nella rimozione di tutti i rami che hanno fruttato, tagliandoli con l'aiuto della sega all'attaccatura del tronco. Il rami che rimarranno dovranno invece essere spuntati di circa 30 centimetri, per dargli maggior forza. I nuovi getti che si trovano sui rami rimasti dovranno a loro volta essere spuntati di alcuni centimetri, cercando di salvare più germogli possibile. Sarà da questi ultimi, infatti, che nasceranno nuovi fiori e frutti. In estate è possibile sfoltire la parte vegetale della pianta, cioè il fogliame ed i rami giovani del tronco, per far penetrare maggiormente la luce. Questo tipo di potatura kiwi si pratica con l'utilizzo delle cesoie e consente alla pianta di concentrare le energie sulla produzione dei frutti.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO