Pompe di circolazione

Pompe di circolazione per impianti idraulici

Le pompe di circolazione sono uno dei componenti chiave degli impianti idraulici di riscaldamento, la loro funzione principale è quella di trasmettere all'acqua l'energia necessaria per andare ad alimentare le parti poste al termine dell'impianto idraulico di riscaldamento (dalla caldaia al radiatore quindi). Più in generale le pompe di circolazione permettono cioè di mantenere costante la velocità e la pressione del fluido all'interno delle condotte. I fattori che determinano invece la quantità di energia necessaria allo scopo sono determinati da: - lunghezza della condotta; - diametro delle sezioni (variabile nella condotta); - differenza di quota tra le due estremità della condotta; - densità del fluido. Può capitare che sia necessario sostituire o manutenere una pompa già installata (per necessità di aumento di pressione ad esempio): per una corretta manutenzione fai da te del vostro impianto idraulico di riscaldamento, è necessario conoscere le principali caratteristiche e tipologie di pompe di circolazione in commercio.
Pompa di circolazione per impianto idraulico

Pompa di circolazione/riscaldamento RS 25/6-180

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,99€


Caratteristiche tecniche delle pompe di circolazione

Girante a palette per pompa a centrifuga Esistono vari tipi di pompe di circolazione, una prima suddivisione può essere fatta tra: - pompe centrifughe; - pompe volumetriche. Le pompe centrifughe sono costitute da una girante a palette che ruotando su un perno e sfruttando il principio della forza centrifuga dei corpi, crea una depressione al centro e un conseguente aumento di pressione nelle zone periferiche, contribuendo così a movimentare il fluido all'interno della condotta. Le pompe volumetriche (o cilindriche) sono invece costituite da un pistone che si occupa di prelevare il fluido e di spingerlo forzatamente nella condotta dell'impianto idraulico. Le pompe di circolazione più utilizzate negli impianti idraulici di riscaldamento sono quelle centrifughe. A loro volta queste si dividono in: - elettropompe a tenuta meccanica; - circolatori. Nelle prime il motore elettrico che genera energia è distinto e connesso alla girante, mentre nei circolatori il motore è integrato direttamente al corpo della pompa.

  • impianto di scarico idraulico L'impianto di scarico di una casa può essere di due tipologie: quello a singolo tubo si caratterizzano per avere un'unica condotta nella quale confluisce ogni tipo di scarico. L'altro principale siste...
  • Idraulico per la rimozione dei cattivi odori I cattivi odori sono uno dei problemi principali in casa. Sebbene molto spesso provengano dal bagno, i cattivi odori possono essere avvertiti anche in altre zone della casa. Le cause sono molteplici e...
  • Pompa di calore acqua/acqua Una pompa di calore acqua/acqua è semplicemente una macchina per la produzione di energia termica tramite fonti di energia rinnovabile. Permette sia di riscaldare gli ambienti che l’acqua di casa, ma ...
  • Installazione piatto doccia La prima operazione necessaria da eseguire per installare un piatto doccia è preparare il sito cioè il posto dove sarà montato.Se il piatto doccia è privo di piedini e di uno scarico, è necessario pro...

Pompa di circolazione pompa / riscaldamento RS 25 / 4-180 ...

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,99€


Portata e prelevanza

modello di pompa di circolazione Le principali caratteristiche idrauliche delle pompe di circolazione sono: - la portata; - la prelevanza. Sia la portata (il volume di fluido gestibilie dalla pompa) che la prelevanza (il dislivello che può essere superato dalla pompa) dipendono in primo luogo dalla tipologia di pompa: le elettropompe a tenuta meccanica garantiscono portanza e prelevanza elevate, mentre i semplici circolatori hanno capacità idrauliche più modeste, in compenso sono però poco rumorosi e meno ingombranti. Un ulteriore fattore che può influire sul funzionamento delle pompe di circolazione (quindi sulla qualità di portata e di prelevanza) è lo stato di manutenzione delle stesse. Una manutenzione regolare è consigliata e può prevenire un'eventuale rottura della pompa. In caso dobbiate sostituire una pompa di circolazione, i prezzi che potrete trovare sul mercato variano molto a seconda della tipologia e dell'uso che andrete a fare della pompa. Si va dalle pompe usate in impianti domestici: da un minimo di 80/90 € fino a qualche centinaia di euro (300/400 €); fino alle grandi pompe usate per impianti idraulici più vasti, dove si raggiungono cifre di diverse migliaia di euro.




COMMENTI SULL' ARTICOLO