Isolare acusticamente

Fonoisolamento e fonoassorbimento

Ogni rumore si diffonde tutt'intorno alla sorgente sonora da cui nasce come una serie di onde meccaniche, in grado di far vibrare la materia che attraversano. Più questa è comprimibile più le vibrazioni saranno intense, quindi il rumore forte e anche prolungato (per via dei rimbalzi delle onde, che riguardano soprattutto gli ambienti chiusi). Isolare acusticamente una casa comporta il ridurre quanto più possibile tali vibrazioni. L'intervento per riuscirci deve riguardare muri, soffitti, finestre, pavimenti e i vari impianti, in particolare le tubature dell'acqua. Inoltre deve consistere in un mix di strategie fonoisolanti e fonoassorbenti. All'atto pratico il fonoisolamento impedisce alle onde sonore di penetrare nell'edificio, tramite l'impiego di materiali ad alto peso specifico (ricordiamo che si intende con questo il rapporto fra peso e volume di una sostanza), che ne provocano il rimbalzo verso la fonte, mentre il fonoassorbimento smorza la durata e l'intensità delle onde sonore incrementando la conversione della loro energia da acustica in termica.
isolamento pareti

GALLEGGIANTE PER CASSETTA WC UNIVERSALE BAMPI MAGNETIC SILENZIOSO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,7€


Isolare acusticamente dai rumori esterni

isolare pareti Per impedire ai rumori esterni di molestare gli abitanti di un edificio occorre intervenire su muri perimetrali, finestre e tetto. Isolare acusticamente le pareti esterne si ottiene creando, in fase di costruzione, un'intercapedine in cui troveranno posto i pannelli fonoisolanti, formati da materiali quali il piombo, in fogli o lastre (molto efficace ma oggi in disuso per il costo e la tossicità), oppure la gomma, di norma abbinata al cartongesso, che la mantiene rigida, e a materiali fonoassorbenti: sughero, fibre di legno, polistirene o poliuretano. Un'alternativa diffusa è l'impiego di pannelli in lana di vetro o di roccia, usati anche nel rivestimento a cappotto, dove l'isolamento si attua applicando i pannelli alla facciata interna o esterna dei muri, e rivestendoli poi di uno speciale intonaco. Analoga utilità possono avere per isolare il tetto. Per quanto riguarda le finestre, l'effetto insonorizzante si ottiene con doppi o tripli vetri a spessore differenziato (maggiore in quello esterno) o vetri antiacustici (2 vetri uniti da una pellicola plastica), ed isolamento degli infissi con sigillatura di ogni fessura.

  • Pannelli sughero fonoassorbenti L'isolamento acustico pareti risulta molto importante per la salute. Essere disturbati dai rumori provenienti dall'appartamento del vicino, come il doversi limitare nelle proprie attività per paura di...
  • Pannelli isolanti per esterno I pannelli isolanti sono delle lastre di materiale naturale o sintetico che servono ad isolare gli edifici dalla temperatura esterna e dal rumore. La funzione è quella di rendere l'abitazione più ecol...
  • parete con lastre in sughero Il sughero, dal punto di vista microscopico è definito "materiale cellulare" per la moltitudine di micro-celle, simili all'alveare delle api, che ne caratterizzano la struttura molecolare. E' proprio ...
  • Poliuretano espanso schiuma Il poliuretano espanso schiuma rientra nell'ampia famiglia dei polimeri o materiali plastici. Può essere solido ma può anche avere una struttura cellulare aperta, nel qual caso dà luogo alle famose sc...

MATERASSINO IN FIBRA CERAMICA IGNIFUGA RIVESTIMENTO FORNO A LEGNA MT 7,30 H 60

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69€


Isolare acusticamente gli interni

isolare acusticamente gli interni Se la casa è in costruzione, per ridurre i rumori generati all'interno dell'edificio si possono usare le intercapedini nei muri divisori come per quelli perimetrali, riempite con pannelli fonoisolanti/fonoassorbenti. Altrimenti si impiegano contropareti in cartongesso, fissate su telai metallici, le cui intercapedini conterranno pannelli perlopiù di sughero o lana di roccia.

Anche i controsoffitti rappresentano una ristrutturazione basilare per insonorizzare le stanze. Ancora più che per le pareti, però, bisogna calcolare che il volume della stanza verrà ridotto, fattore da tenere in conto specie se si è vicini all'altezza minima per l'abitabilità. Si possono realizzare come semplici messe in posa di lastre di cartongesso, agganciate al soffitto con montanti metallici e con l'aggiunta di pannelli isolanti interposti o, se c'è l'altezza disponibile, anche di masse flottanti a molla o a elastomeri oppure di uno spazio vuoto.

Riguardo ai pavimenti, di solito si usano degli speciali tappetini, da posizionarsi sotto agli stessi, in materiali dotati di adeguata elasticità e densità (e anche qui ritroviamo per esempio la gomma), che assorbono le vibrazioni e quindi smorzano i suoni.




COMMENTI SULL' ARTICOLO