Tegole bituminose

Come sono fatte le tegole bituminose

Le tegole bituminose, dette anche tegole canadesi, sono un tipo particolare di tegole usate soprattutto nei paesi freddi o per la copertura di edifici in montagna, poiché le tegole tradizionali tendono a scivolare dai tetti spioventi (con un'inclinazione del 20%) delle abitazioni costruite in questi luoghi. Questo tipo di tegole viene scelto anche per l'ottima resistenza alle intemperie, assicurando una protezione lunga e duratura. Le tegole bituminose sono dei pannelli impermeabili, costituiti da un'armatura di vetro ricoperta da uno strato di bitume (miscela di idrocarburi) e, su di esso, un ulteriore strato di un fine conglomerato naturale (fatto di ardesia, sabbia, ecc.), solitamente color marrone scuro, grigio o verde. Questa alternanza di strati fornisce alle tegole una morbida flessibilità, che le rende maneggevoli e facili da allestire anche per il fai da te.
Tegole bituminose

Membrana Bituminosa Spa 4014103072 Autoadesiva Granigliata, Rosso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,06€


Come eseguire una copertura con le tegole canadesi

Tegole canadesi abitazione La posa in opera delle tegole bituminose viene detta "posa all'americana" e risulta essere un procedimento tutt'altro che complicato. Dopo aver verificato che il tetto scelto abbia un'inclinazione del 20%, bisogna assicurarsi che tutte le superfici che saranno ricoperte siano lisce e ben levigate. Talvolta viene costruita una base di legno su cui poggiare le tegole. Molte tegole bituminose disponibili in commercio presentano uno strato adesivo, pertanto non necessitano di colle o altri ausili. Si comincia tagliando la parte inferiore (falde) di una tegola e la si pone in basso a sinistra del tetto, in prossimità della grondaia; si procede quindi per tutta la prima fila. La seconda fila prevede tegole non tagliate, mentre per la terza fila occorre tagliare le falde e un pezzo del profilo. Si continua alternando una fila di tegole tagliate a una fila di tegole intere. Alla fine, sigillare le tegole con i colmi (pezzi specifici per le tegole bituminose).

  • Vecchio tetto in tegole di ardesia I tetti tipicamente genovesi presenti in tutta la Riviera Ligure sono ricoperti da tegole in ardesia. L'ardesia estratta in Liguria conserva la sua colorazione nera satinata se adoperata in ambienti i...
  • Tetto di tegole Le tegole per tetti vengono realizzate in materiali leggeri ma al contempo resistenti alle sollecitazioni di varia natura come ad esempio il laterizio, il cemento oppure l'ardesia. Le tegole vengono i...
  • Tipologia di tegole Fra i tipi di tegole più comunemente adoperate alle nostre latitudini ci sono le tegole piane note anche con il nome di tegole romane o embrici. Si adoperano sempre assieme ai coppi che hanno la funzi...
  • tegola olandese Fin dalla preistoria l'uomo ha prestato particolare attenzione alla copertura delle proprie abitazioni intuendo che fosse la parte più critica dal punto di vista strutturale e dell'isolamento termico....

Tegole bituminose canadesi bitume coperture casette box tettoie 3,05mq 553141

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59,88€


Tegole bituminose: Perchè sceglierle

Tetto canadese Ma perché scegliere delle tegole bituminose? La risposta non è unica. Le tegole bituminose sono tendenzialmente economiche: la quantità di tegole necessarie per coprire 6mq può costare dai 60 ai 100€. Leggero è il prezzo e leggero è il peso: 1mq di copertura con queste tegole pesa 10kg - e ciò permette la realizzazione di strutture più leggere e resistenti a ulteriori pesi come quello della neve durante i periodi invernali. La resistenza alle basse temperature e l'impermeabilità le rendono adatte a climi rigidi (mentre esposizioni prolungate al sole molto caldo ne causano il deterioramento). La possibilità di posare autonomamente queste tegole senza l'intervento di personale specializzato (e costoso) offrono il vantaggio del fai da te. Inoltre, la grande varietà di materiali e colori in cui sono disponibili in commercio queste tegole, rende possibile una più diretta e personale scelta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO