Fenestraria

La fenestraria è una pianta speciale

Originaria del Sudafrica, la Fenestraria è una pianta grassa molto speciale. Risulta composta da un insieme di talee che assomigliano a tanti piccoli alluci del piede, non a caso in Inghilterra è nota con il nome di Baby Toes (alluci di bambini). Il suo fusto è molto corto e le sue foglie sono sormontate da una parte trasparente, una sorta di cupola o finestra che permette il passaggio della luce. Infatti, in natura, queste piccole piante sono spesso sepolte dalla sabbia e lasciano trapelare da essa solo la parte trasparente. Il suo interno è pieno di succo e, per questo motivo, riesce a mantenersi idratata a lungo e non necessita di molta acqua. Bisogna irrigarla soltanto quando il terreno si presenta totalmente asciutto, con un massimo di 1 o 2 annaffiature al mese in autunno e in primavera e 4 al mese in estate. Bisogna sempre tenere conto che questo dato è relativo e dipende dalla collocazione della pianta. Se si trova all'interno della casa, in un luogo asciutto e soggetto a fonti di calore, potrebbe necessitare di più acqua, se si trova all'esterno, invece, potrebbe volerne ancor meno. Va comunque bagnata in modo uniforme per far sì che l'acqua raggiunga le radici.
Fenestraria

Vaso Tondo 'Stilo Lamp' Con Luce Interna. In Polietilene Colorato. Dal Design Elegante In Puro Stile Moderno, È Un Ottimo Complemento D'Arredo E Si Abbina A Molteplici Ambienti Nei Quali Viene Collocato.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69€
(Risparmi 20€)


Come curare la fenestraria

Fenestraria fiore Al di là dell'accortezza nell'irrigazione, bisogna tener presente che la Fenestraria è una pianta perenne originaria di luoghi dal clima temperato, pertanto sarà doveroso tenerla lontano dal freddo e dal caldo eccessivo. È preferibile collocarla in un luogo luminoso, ma non esporla direttamente al sole. Dato che non sopporta il freddo, sarà meglio lasciarla in casa durante l'inverno; potrete spostarla in giardino nei mesi più caldi, avendo cura di esporla direttamente ai raggi solari solo nelle ore più fresche della giornata. La temperatura ideale per questa pianta si aggira intorno ai 10-15°C. Si riproduce per seme o per talea. Nel primo caso si dovrà piantare rigorosamente a primavera, così che i primi arbusti nascano nei mesi più caldi. Nel secondo caso si dovranno staccare alcune foglie da una pianta già cresciuta, lasciarle asciugare per 3 giorni e poi piantarle all'interno di un vaso, operazione da svolgersi esclusivamente in estate. Importante è anche la scelta del terriccio, che non dovrà essere troppo umido. È consigliabile aggiungere della sabbia o della ghiaia al terriccio universale per renderlo drenante e poroso.

  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Piante grasse Praticamente quasi tutte le piante producono fiori e semi (tranne soltanto i muschi e le conifere). Questo vale anche per le piante grasse che, nonostante l'aspetto a volte poco "dolce", molto spesso ...
  • lithops Quasi tutte le varietà di piante grasse senza spine sono di origine asiatica o sudamericana. In queste specie le foglie effettuano la fotosintesi clorofilliana mentre tale compito è riservato al tronc...
  • Pianta grassa con tante radici Le piante danno sempre segnali di benessere o, al contrario, di qualcosa che non va. Uno sguardo dato con un po' di attenzione e si può capire quando il rinvaso delle piante grasse è necessario.Il pri...

TaoMi- Ornamenti creativa del salone della casa idroponica della pianta in vaso Wall Hanging ( Colore : F. )

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,86€


Fenestraria: Concimazione, potatura e rinvaso

Vaso baby toes La concimazione non è necessaria, ma si può decidere di aggiungere del fertilizzante all'acqua d'irrigazione nei mesi primaverili. Scegliete quelli poveri di azoto, giacché quest'ultimo potrebbe danneggiare la pianta. La potatura non serve, se non quando siano presenti talee secche o malate. Fate attenzione alle muffe e all'umidità. Un'eccessiva idratazione potrebbe far marcire la Fenestraria che comunque è abbastanza immune dai parassiti. Unico avversario è il ragnetto rosso che raramente può attaccare le foglie facendole ricoprire di macchie scure. Ricordate che la Fenestraria fiorisce producendo fiori bellissimi, simili a margherite nella forma, ma variegati nel colore che può essere anche viola, rosso o giallo. La mancata fioritura indica solitamente un malessere della pianta, poco esposta al sole o a rischio di marcescenza. Anche un clima troppo secco risulta nocivo, causando l'appassimento delle foglie. Per quanto riguarda il rinvaso, esso andrà fatto esclusivamente in primavera quando la pianta avrà raggiunto grosse dimensioni. Meglio scegliere un vaso largo, visto che la Fenestraria cresce in modo tappezzante.



COMMENTI SULL' ARTICOLO