Geranio

Geranio

Con il termine Geranio vengono comunemente chiamate tutte le differenti specie del cosiddetto genere Pelargonium. Oltre 200 varietà suffrutici e arbustive, appartenenti alla famiglia delle Geraniaceae. La maggioranza sono originarie dall'Africa australe mentre alcune piante provengono dalle isole dell'Oceano Indiano e dalla Siria. Le prime notizie storiche risalgono al Seicento ma è nel XIX secolo che si diffonde praticamente in tutta Europa. Il Geranio ha un fusto carnoso mentre il fogliame varia in base alla specie. Generalmente le foglie sono di forma lobata, possono essere tomentose e con i margini più o meno dentellati. La fioritura dura diversi mesi, inizia in primavera e prosegue fino all'autunno inoltrato. Le infiorescenze sono riunite e possono essere di tante diverse tonalità di colore.
Infiorescenze rosa di Geranio

Braccialetto Antizanzare, Bracciale Repellente antizanzare Natural 100% Senza tossine Adatto per attività, all'aperto Bambini e Adulti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Tecniche colturali del Geranio

Fiori rossi di Geranio Le piante di Geranio non richiedono particolari cure per crescere rigogliosamente. Il substrato deve assicurare un corretto drenaggio, i terricci argillosi mescolati con della torba sono l'ideale per favorire il mantenimento dell'apparato radicale e lo sviluppo delle ramificazioni. Possono temere il freddo intenso e le temperature al di sotto dei 6° mentre tollerano bene il caldo e brevi periodi siccitosi. L'esposizione deve essere molto luminosa e preferibilmente diretta ma riescono a crescere bene anche a mezz'ombra. Le irrigazioni sono frequenti e regolari a partire dalla primavera e soprattutto in estate. Nel periodo invernale durante il riposo vegetativo, si riducono a una volta al mese. É importante evitare di lasciare ristagni d'acqua, perché potrebbero portare allo sviluppo di marciumi radicali e malattie, causando il deperimento della pianta.

  • Esempio di geranio rosa Il geranio, il cui nome scientifico è Pelargonium, è una pianta di tipo perenne che trae la sua origine in Africa. Il geranio a cui siamo comunemente abituati è quello comune anche se ne esistono dive...
  • geranio Una pianta deve essere potata due volte l'anno, in primavera e in autunno. Ciò vale anche per i gerani, piante da fiore che si trovano molto spesso a decorare i balconi e i davanzali delle finestre. S...
  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Euphorbia amygdaloides purpurea Fra tutte le piante grasse da appartamento e da balcone, l'Euphorbia stupisce per la grande varietà di forme e di peculiarità: questa pianta grassa, infatti, conta circa 2.000 specie che differiscono ...

STIKID - Giraffa MISURATRICE - 52x146 cm - Rosso Geranio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48€


Concimazione, potatura e fioritura delle piante di Geranio

Infiorescenze e foglie di Geranio Per ottenere una fioritura molto abbondante e prolungata è opportuno concimare gli esemplari di Geranio, fornendo tutti gli elementi nutritivi necessari per un rigoglioso sviluppo. Infatti, a partire dalla stagione primaverile è indicato somministrare ogni due settimane, un fertilizzante liquido da aggiungere direttamente all'acqua di irrigazione. In autunno e in inverno si può ridurre la concimazione a una volta al mese. La potatura è consigliata a marzo e aprile, accorciare i rami permetterà l'emissione di più germogli, rinfoltendo il fogliame. Durante l'anno è opportuno ripulire ed eliminare le foglie secche e i rami danneggiati. Inoltre, nel corso della lunga fioritura è molto importante asportare frequentemente le infiorescenze appassite. In questa maniera i Gerani sono portati a produrre continuamente altri fiori, senza sprecare energie nella produzione di semi.


Propagazione delle piante di Geranio

Pianta di Geranio in fiore Il metodo più semplice e facile per riprodurre nuovi esemplari di Geranio è attraverso la tecnica del taleaggio. Il periodo migliore per realizzare le talee apicali è alla fine della stagione estiva. Si scelgono le parti superiori dei rami più forti e il taglio deve essere preciso, evitando di sfilacciare i tessuti interni. Le cime vanno recise con un coltello affilato e disinfettato. Le foglie più basse delle talee, alte circa una decina di centimetri, vengono eliminate e la parte inferiore è consigliabile trattarla con della polvere radicante e un fungicida. Successivamente si ripongono in piccoli vasi, riempiti di torba e sabbia. Per favorire il radicamento le cime si posizionano a mezz'ombra mentre la temperatura ideale si aggira intorno ai 18°. I nuovi esemplari nell'arco di sei settimane possono essere trapiantati in vasi più grandi.


Malattie e parassiti

Negli ultimi anni questo genere di piante è stato pesantemente colpito dal Cacyreus marshalli, un lepidottero originario del continente africano. Nel linguaggio comune è anche detto farfallina del Geranio. Causa gravi danni ed è difficile da combattere. Se sui rami legnosi ci sono buchi e foglie secche è molto probabile che siano presenti delle larve nel terreno, che crescendo traggono nutrimento direttamente dalla pianta. L'utilizzo di prodotti specifici è indispensabile, deve essere prolungato e ripetuto ciclicamente più volte durante l'anno. Le cocciniglie brune e le cocciniglie cotonose possono attaccare i Gerani e gli esemplari colpiti vanno trattati con un anticoccidico. Fiori e foglie vengono danneggiati anche dagli afidi, prendere provvedimenti tempestivi, attraverso l'utilizzo di insetticidi sistemici, aiuta a bloccare il deperimento.


Varietà di geranio

gerani rossi La specie più comune di piante di Geranio è quella detta Pelargonium zonale, che produce fiori riuniti ad ombrella di diversi colori. Bianco, rosa e rosso sono le principali tonalità cromatiche mentre le foglie sono grandi e tondeggianti. Il Pelargonium graveolens detto anche Geranio rosa si caratterizza per la delicata profumazione delle proprie infiorescenze. Il periodo della fioritura inizia solitamente nel mese di giugno e prosegue fino all'autunno. Il fogliame profumato contraddistingue il Pelargonium crispum, le foglie sfregate nella superficie esterna emettono un delicato aroma fresco e limonaceo. Con la denominazione di Pelargonium x domesticum si comprendono diversi ibridi di facile coltivazione. Come ad esempio la varietà Lord Bute dai fiori screziati e Aztec riconoscibile dalle infiorescenze rosse e dai margini bianchi dei petali.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO