La bioarchitettura

Cos'è la bioarchitettura

La bioarchitettura è una disciplina innovativa ed inedita che solamente durante il corso degli ultimi anni ha avuto modo di svilupparsi fino ad arrivare ad ottenere un ruolo rilevante all'interno del campo dell'architettura. La bioarchitettura si occupa principalmente di rispettare e di mantenere inalterato il naturale e talvolta sin troppo delicato equilibrio dell'intero ecosistema ambientale. Questa disciplina quindi, a differenza della classica architettura che quotidianamente ricorre all'uso di materiali inquinanti e dannosi, si limita ad utilizzare risorse non nocive. Queste, inoltre, vengono sfruttate con estrema moderazione in modo che l'ambiente in cui viene inserita una determinata struttura non ne venga alterato eccessivamente o danneggiato in maniera irrimediabile, cosa che la bioarchitettura cerca di evitare.
Casa realizzata seguendo i dettami della bioarchitettura

Cielo Di Loft Wandtattoo 350 fluorescente Punti luce e Stelle luminose - autoadesivo 150 + 200 punti) - Adesivo da parete con lungo luminosità, ideale per cameretta bambini camera letto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,17€


Le figure professionali della bioarchitettura

Struttura realizzata secondo i dettami della bioarchitettura All'interno del vasto e variegato mondo della bioarchitettura, sono numerose le figure professionali che vengono chiamate a collaborare tra loro, al fine di convogliare tutto il loro sapere all'interno del progetto finale. Un team ideale di bioarchitetti è pertanto costituito dalla presenza congiunta di architetti, ingegneri, urbanisti, biologi, scienziati, ecc. La bioarchitettura si pone come obbiettivo finale il compito di riuscire ad integrare in maniera ottimale le attività artificiali che vengono progettate e create dall'uomo con le naturali preesistenze che possiamo trovare sparse sul pianeta. È questo il caso di cave, rocce, montagne, ecc. Il lavoro di gruppo che viene effettuato dai professionisti citati precedentemente serve a studiare in maniera ottimale ogni variabile del sito scelto per la costruzione e per una progettazione attenta al rispetto dell'ambiente.

  • Casa ecologica Per edilizia sostenibile si intende la costruzione di edifici in modo responsabile dal punto di vista ambientale per tutto il ciclo di edificazione. Si tratta dunque di trovare un equilibrio tra la co...
  • edificio di bioedilizia La bioediliza consiste nell'utilizzo di sistemi ecologici e non dannosi nella progettazione architettonica. La bioediliza, conosciuta anche come bio-architettura, utilizza tecnologie che favoriscono ...
  • Casa attiva a Lystrup Le case attive (Active House) rappresentano un'evoluzione delle case passive (Passivhaus) già presenti in Germania dalla fine degli anni Ottanta e di cui si hanno esempi in tutta Europa. Costruite per...
  • Casa in bioedilizia La casa in bioedilizia è una soluzione eco-sostenibile realizzata seguendo regole ben precise che intendono rispettare completamente l'ambiente. Alla base vi è il forte desiderio di costruire edifici ...

Reti Gritti SVEJSSCA041 Scaletta per Letto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,06€


Scopo della bioarchitettura

Struttura ad impatto 0 sulla natura La disciplina della bioarchitettura quindi, si occupa di mettere in pratica le normali tecniche costruttive tipiche dell'architettonica, ma salvaguardando il pianeta da trasformazioni irreversibili che potrebbero compromettere il suo regolare funzionamento. Pertanto la bioarchitettura fa ricorso ai principi base della sostenibilità ambientale e evita gli sprechi e i consumi, preservando alle nuove generazioni la possibilità di godere di tutte le preziosità che la natura offre. Un esempio è sicuramente l'applicazione di tutte quelle tecnologie o l'uso di tutti quei stratagemmi in modo che l'abitazione in questione non risulti essere poco efficiente dal punto di vista energetico, e quindi energivora, ma ottenendo quindi una classificazione energetica di alto livello. L'uso di materiali neutri o poco inquinanti è un altro dei dettami che la bioarchitettura si impone nella realizzazione delle costruzioni.


La bioarchitettura: Massimi esponenti

Casa in mezzo ad una campagna I principali esponenti dell’utilizzo della bioarchitettura sono sicuramente Frank Lloyd Wright e Bruce Golf che insieme all’operato di Alvar Aalto hanno posto le basi o le fondamenta, per così dire, della bioarchitettura e dei canoni che vanno seguiti durante la progettazione di un qualsiasi edificio. Secondo questi maestri l’architettura e il progetto devono si interpretare i bisogni più significativi e importanti di un uomo ma allo stesso tempo devono convivere con la natura senza danneggiarla. In Italia questa branca dell’architettura è stata sviluppata al meglio da Paolo Soleri che con il suo operato negli Stati Uniti fonda anche l’Arcologia, ossia una fusione tra architettura ed ecologia. Questi e molti altri architetti erano e sono convinti che una casa passiva, che utilizza un bassissimo quantitativo di energia sia la strada perfetta da seguire per la realizzazioni di abitazioni, che invece avranno un isolamento termico pressoché perfetto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO