Bioedilizia

La bioedilizia

La bioediliza consiste nell'utilizzo di sistemi ecologici e non dannosi nella progettazione architettonica. La bioediliza, conosciuta anche come bio-architettura, utilizza tecnologie che favoriscono un notevole risparmio energetico e che non inquinano e quindi non danneggiano l'ambiente nel quale viviamo. Le risorse non sono infinite e prima o poi termineranno, quindi dobbiamo cercare di limitarci e di usare anche fonti alternative (come le energie solari, eoliche e termiche), per permettere ai posteri un futuro migliore. La bioediliza è nata in Germania intorno alla fine degli anni Settanta e ha come obiettivo la progettazione in modo sostenibile, creando e sperimentando sistemi innovativi, come per esempio l'uso dell'energia solare nelle abitazioni residenziali e private. Naturalmente si cerca di impiegare nella progettazione materiali a basso impatto ambientale, quali la pietra, il legno, il gesso, e prodotti naturali invece che elementi di origine chimica.
edificio di bioedilizia

Nero bioedilizia due LED Line 3 Digital voltmetro 3.5-30V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,12€


Caratteristiche della bioediliza

bio architettura Le caratteristiche della bioediliza sono svariate e devono essere seguite per costruire in base ai suoi principi. Usare la bioarchitettura vuol dire creare un luogo climatico adatto all'interno dell'edificio, riducendone l'inquinamento. Questo può essere fatto controllando e regolando l'uso di acqua potabile, cercando così di evitarne il suo spreco. Bisogna poi controllare la qualità dell'aria e usare tecnologie innovative che sfruttano le energie rinnovabili attuali a basso impatto ambientale. E' necessario avere un buon comfort ambientale all'interno del luogo in cui si vive, e questo è possibile usando tecniche di riscaldamento che garantiscono un irraggiamento regolare. Per diminuire lo spreco di acqua potabile è consigliato accumulare l'acqua piovana in depositi, che sarà poi depurata, per usarla direttamente nell'ambiente domestico. Un punto importante è l'uso di energie rinnovabili, quindi l'uso di energia solare termica e fotovoltaica, per produrre acqua calda sanitaria ed energia eolica. Progettare seguendo la bioedilizia vuol dire anche costruire impiegando sistemi antichi, ma allo stesso tempo anche metodi moderni, privilegiando i materiali naturali, come legno e pietra.

  • Legno strutturale in edilizia Il legno strutturale è il materiale legnoso che viene utilizzato nel settore edilizio per la costruzione di edifici. Il legno strutturale è usato da sempre come materiale da costruzione, tuttavia per ...
  • Casa legno Coloro che intendono collocare una casa in legno nel proprio giardino dovranno innanzitutto individuare un punto in cui il terreno sia pianeggiante e non presenti dislivelli, per consentire un corrett...
  • Casa attiva a Lystrup Le case attive (Active House) rappresentano un'evoluzione delle case passive (Passivhaus) già presenti in Germania dalla fine degli anni Ottanta e di cui si hanno esempi in tutta Europa. Costruite per...
  • Casa in bioedilizia La casa in bioedilizia è una soluzione eco-sostenibile realizzata seguendo regole ben precise che intendono rispettare completamente l'ambiente. Alla base vi è il forte desiderio di costruire edifici ...

GEOLITE KG. 25 (189850)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,99€


Cosa utilizzare per la bioedilizia

casa ecologica I materiali della bioedilizia sono a basso impatto ambientale. Si devono prendere in considerazione anche altri aspetti, quali la posa, la finitura e la manutenzione. Bisogna anche valutare l'età della costruzione, poiché si deve valutare quali contaminanti biologici devono essere usati. I migliori materiali da usare sono le ceramiche, il laterizio e la pietra, che non inquinano e conservano le loro proprietà con il tempo. Sono anche da preferire i materiali di recupero, ad esempio quelli dei cantieri che vengono riciclati, così sono limitati gli sprechi. Bisogna poi fare differenza tra materiali naturali e sostenibili. Esistono infatti materiali che, pur derivando da altri naturali, vengono lavorati con sostanze inquinanti, e così perdono le loro proprietà iniziali. I materiali sostenibili non danneggiano l'ambiente e sono sostenibili poiché le fasi di lavorazione, imballaggio, trasporto, smaltimento sono controllate.


I materiali della bioedilizia

sughero per bioedilizia I materiali della bioedilizia vengono suddivisi generalmente in tre insiemi: minerali, vegetali e chimici. Fanno parte del primo gruppo i materiali silicei, quali la sabbia, il vetro, la ghiaia, il granito, i ciottoli, le argille e le rocce dalle quali si ricava il gesso; elenchiamo anche i minerali come la ghisa, il ferro, il piombo, l'acciaio, lo zinco, l'alluminio e il rame. Appartengono al secondo gruppo i materiali vegetali quali il legno e gli oli. Infine le vernici, i poliesteri, le resine, il Pvc e gli isolanti sintetici appartengono ai materiali chimici. Il sughero è uno dei materiali usati maggiormente, e si ricava dalla corteccia delle piante. Ha una elevata traspirabilità e difficilmente viene attaccato dalle muffe; inoltre è un ottimo isolante termico ed acustico. Anche la fibra di legno consente un buon isolamento termico ed acustico ed è resistente ai funghi. La fibra di cocco si ottiene naturalmente dalle fibre delle noci di cocco, ed è un materiale che non si altera durante il tempo ed è difficilmente attaccabile da parte di batteri. Sotto un punto di vista ecologico, il laterizio è considerato uno dei materiali più naturali.


Costo case in bioedilizia

Il costo delle case in bioedilizia dipende da numerosi fattori. Non è possibile calcolare con esattezza il prezzo di vendita di una casa progettata secondo i criteri della bio-architettura, poiché ogni residenza è diversa da un'altra.

Il costo varia se l'abitazione viene consegnata in grezzo avanzato oppure finita; per grezzo avanzato si intende una casa completa esternamente. All'interno le opere di finitura non saranno terminate: si dovrà ancora stuccare e tinteggiare, si dovrà completare l'impiantistica, si dovranno posare i pavimenti e i rivestimenti, e tutti gli arredi. Per una casa ad opere incluse si intende una residenza con pareti esterne terminate e posate con il cappotto, con pareti interne pronte per essere stuccate e dipinte, e con una predisposizione per gli impianti. Infine c'è la soluzione "chiavi in mano", ossia quando la casa viene consegnata in tempi molto brevi, arredata e comprensiva di tutto. E' possibile dire che i prezzi variano con cifre tra i 1100 e i 1400 euro al metro quadro per progetti chiavi in mano.


Bioedilizia: Impianti bioclimatici

edificio costruito con la bioedilizia Gli impianti bioclimatici sono da considerare durante la progettazione di una casa in bioedilizia, soprattutto per migliorare la qualità della vita all’interno delle mura domestiche. L’ambiente varia in continuazione a seconda della temperatura e della composizione chimica dell'aria, e quindi risulta necessario giungere ad un equilibrio per ottenere un comfort abitativo; naturalmente contribuiscono anche gli impianti, che permettono di variare il clima all'interno di un ambiente.

L'impianto termico funziona tramite diversi sistemi; dato che queste abitazioni richiedono poca energia, poiché trattengono bene il calore, è consigliata semplicemente una caldaia a condensazione con delle valvole termostatiche. Per quanto riguarda l’impianto elettrico si consiglia un sistema a bassa tensione perché più ecologico. L'impianto idrosanitario non deve provocare eccessive vibrazioni e nemmeno dispersioni termiche.



COMMENTI SULL' ARTICOLO