Qualità aria

Perchè la qualità dell'aria è così importante

In genere viene da associare il termine qualità dell’aria a quella esterna, molto spesso inquinata da smog e polveri sottili, tuttavia ne esiste anche un altro aspetto. Si tratta della qualità dell'aria indoor, cioè quella in casa e in ufficio, da cui dipende in gran parte il comfort abitativo e il benessere psico-fisico delle persone che usufruiscono di questi spazi sia per lavorarci che per viverci. Infatti si trascorre la maggior parte del proprio tempo negli ambienti chiusi, così una cattiva qualità dell’aria può portare all'insorgere di patologie del sistema respiratorio, come le allergie, le malattie polmonari, l'asma e la bronchite cronica. In più un'aria troppo secca o troppo umida, i cattivi odori e temperature troppo alte o troppo basse influiscono negativamente sul comfort abitativo. Anche se nel 2000 l’Oganizzazione Mondiale della Sanità ha definito un diritto fondamentale il respirare negli spazi indoor un'aria pulita e sana, spesso la qualità dell'aria interna è più dannosa di quella esterna.
La qualità dell'aria in casa

TOPQSC Mini Turbina Eolica Residenziale Caricamento del Sistema Impermeabile a Bassa Velocit¨¤ del Vento Corrente Trifase, 800/1000W DC 24V/ 48V Energia Eolica ad alta Efficienza con 3-Lamas

Prezzo: in offerta su Amazon a: 769,99€


Come avere una buona qualità dell'aria indoor

Migliorare la qualità dell'aria Per avere una buona qualità dell'aria indoor esistono diversi sistemi, alcuni più intensivi e altri molto più semplici da realizzare. Fondamentale è una buona ventilazione degli ambienti, quindi si devono arieggiare le stanze il più possibile, tenendo conto delle condizioni climatiche. Ad esempio, in inverno per non disperdere troppo calore, si aprono completamente le finestre per 10 minuti a termosifoni spenti. Si deve controllare l'umidità relativa dell'aria perché le sensazioni di caldo e di freddo dipendono molto da questi valori: l'umidità relativa ideale è compresa tra il 45% e il 55%. In inverno i termostati vanno fissati sui 20°C. Se in casa vi sono condizionatori e/o umidificatori li si deve pulire regolarmente perché sono un habitat ideale per la proliferazione dei microorganismi. Per una buona qualità dell'aria è meglio non usare moquette e carte da parati: ostacolano la traspirazione delle pareti e trattengono la polvere. Infine pochi sanno che i materiali isolanti causano l'inquinamento indoor, quindi vanno adottati solo se possiedono alte capacità traspiranti.

  • Schema pompa di calore La pompa di calore è un dispositivo che rientra tra le tecnologie per l'efficienza energetica di un immobile e che quindi permettono di ridurre i consumi energetici sia per quanto riguarda il riscalda...
  • Esempio di pompa di calore aria-acqua Una pompa di calore aria-acqua è una macchina elettrica costruita con lo scopo di trasferire energia termica da un punto con bassa temperatura ad un’altra zona con temperatura più alta. Si tratta però...
  • Radiatore Per eliminare l'aria nei termosifoni aumentare la pressione e spegnere la caldaia usando il rubinetto dell'acqua fredda della caldaia stessa. Da questo momento si può iniziare a togliere l'aria nei ra...
  • installare condizionatore Con l'arrivo dell'estate sono molte le persone che scelgono di installare nella propria abitazione un condizionatore. Le temperature sempre più torride ed il desiderio di avere in casa il massimo conf...

HUKOER vento residenziale 300-500W 12V / 24V della turbina di vento della turbina generatore eolico efficace con 3/5 lame con le migliori regolatore di velocit¨¤ per l'agricoltura e Green Marine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 399€


Come limitare l'inquinamento domestico

Inquinamento domestico Una cattiva qualità dell'aria indoor è determinata dalle fonti di inquinamento in casa, legate allo stile di vita delle persone che vi abitano e vi lavorano o ambientali. Tra queste svolgono un ruolo importante gli elementi strutturali e l'’arredo, cioè i materiali usati, le vernici, il sistema di riscaldamento, la tappezzeria, i pavimenti e i soffitti. Tra gli agenti inquinanti i più importanti sono il monossido di carbonio, i VOC (composti organici volatili) e la formaldeide, le onde elettromagnetiche, le muffe e la polvere. In particolare i VOC sono presenti in più di 300 sostanze e sono i responsabili della sindrome della casa malata. Per contrastare l'inquinamento dell'aria indoor si devono scegliere arredi e materiali sicuri e certificati senza emissioni di sostanze inquinanti. In più esiste anche una tecnologia innovativa che consente di abbattere i livelli di VOC e formaldeide in casa anche dell’80% trasformandoli in una sostanza inerte.


Qualità aria: Alcuni trucchi per migliorare la qualità dell'aria

Piante da appartamento Una cattiva qualità dell'aria è determinata anche da abitudini sbagliate delle persone che usufruiscono degli ambienti interni: rientrano tra questi comportamenti errati il fumo, l’uso di candele e l'impiego di prodotti chimici per pulire la casa. Per questo motivo si può migliorare la qualità dell'aria semplicemente mettendo in pratica alcuni trucchi basilari. Innanzitutto è bene lasciare sempre le scarpe fuori dall'ingresso così che lo sporco attaccato alle suole non penetri in casa. Per l'arredo è meglio adottare mobili naturali invece di quelli più moderni che utilizzano maggiormente sostanze chimiche per le finiture. Fondamentale sarà arredare gli spazi interni con piante da appartamento, scegliendole tra quelle dalle grandi capacità disinquinanti: ideali sono l'aloe, l'edera e ficus. In questo modo non solo si rigenererà l'aria, ma si avrà anche un ambiente piacevole in cui stare.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO