Cancello in legno

Le caratteristiche del cancello in legno

Un cancello in legno, oltre a risultare utile per la protezione del giardino, rappresenta anche un vero e proprio elemento ornamentale. I cancelli fabbricati con questo materiale sono contraddistinti da vari design e, naturalmente, sono disponibili in molteplici dimensioni. Talvolta, inoltre, tali cancelli vengono arricchiti con componenti realizzate con materiali diversi, in particolare il ferro battuto per le decorazioni. Per la costruzione di un cancello è possibile adoperare numerosi tipi di legname: si consigliano, ovviamente, quelli più robusti e resistenti, come l'iroko, il teak e il pino, rispettivamente dotati di una colorazione dorato-giallastra, marrone chiaro e grigiastra. Di conseguenza, con il legno variano anche la tonalità e le sfumature del cancello, ulteriore indice di versatilità.
Elegante cancello in legno

CANCELLETTO Cancello in LEGNO Impregnato in autoclave 100X100H CM PAPILLON

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,51€


I vantaggi e gli utilizzi

Un esempio di cancello in legno Un cancello in legno è un elemento funzionale, adatto a proteggere i giardini da eventuali intrusioni, soprattutto se abbinato ad una recinzione resistente, e a delimitare una determinata proprietà. Il materiale con cui simili cancelli vengono costruiti assicura solidità e dura per anni ed anni con la corretta manutenzione. Il legno, inoltre, è ecologico, rispettoso dell'ambiente ed economico, anche se naturalmente il prezzo delle assi varia sulla base del legname selezionato. I cancelli così realizzati offrono anche vantaggi estetici: essi arricchiscono l'aspetto dei giardini e diventano, per gli ambienti esterni, dei veri elementi ornamentali. Le suggestive sfumature del legno possiedono un elevato potere artistico, accentuato ulteriormente dalla possibilità di personalizzare il materiale con molteplici intarsi e decorazioni.

  • dettagli di una scala a giorno A distinguere le scale a giorno sono le strutture portanti che accompagnano i singoli gradini che, differentemente dagli altri tipi di scale, sono circondati o sostenuti dal basso da un'intelaiatura b...
  • Bitume allo stato liquido Il bitume viene ricavato dal petrolio, in seguito alla sua raffinazione. A temperatura ambiente ha un colore scuro che va dal nero al bruno scuro ed ha come caratteristiche principali quelle di essere...
  • Vasta scelta di vasi per piante Non tutti dispongono di un giardino o di un angolo di terra in cui coltivare fiori, piante o anche ortaggi. Non per questo, però, bisogna rinunciare alla soddisfazione di far crescere dei vegetali o d...
  • Isolamento termico per il risparmio energetico Il risparmio energetico viene realizzato attraverso tutta una serie di procedure di vario genere che si pongono tutte l'obiettivo di coibentare al meglio l'immobile: in questo modo si favorisce la ven...

Vigor-Blinky Cancelli Legno Blinky

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,4€


Cancello in legno fai-da-te

Ampio cancello in legno Non è difficile realizzare un cancello in legno tramite il fai-da-te: è sufficiente avere una minima esperienza nel settore e procurarsi i materiali necessari, ovvero delle assi del legname desiderato, dei chiodi, un martello e una sega. Quest'ultima va utilizzata per conferire alle assi le giuste dimensioni. Dopo aver preso con attenzione le misure ed aver realizzato un progetto del risultato che si mira ad ottenere, bisogna disporre le assi di legno perpendicolarmente rispetto ad un'asse maggiore collocata in orizzontale. Per fissare il legno è sufficiente adoperare dei chiodi e un martello, da maneggiare ovviamente con estrema attenzione. Il cancello va applicato mediante appositi cardini a dei pali di sostegno saldamente radicati nel terreno e rafforzati all'occorrenza da un getto di calcestruzzo.


Consigli per la manutenzione del cancello in legno

Cancello in legno iroko Per la manutenzione di un cancello in legno bisogna innanzitutto procurarsi una vernice impregnante: tale prodotto non soltanto renderà il materiale più lucido, ma farà anche in modo che esso sia più resistente all'umidità, alle precipitazioni e alle escursioni termiche. La vernice in questione va applicata con regolarità, se possibile mensilmente, in modo che il cancello rimanga come nuovo nonostante lo scorrere del tempo. Impregnare non vuol dire impermeabilizzare: il legno, infatti, necessita di una certa porosità per mantenere il proprio aspetto vivo e lucente. Si suggerisce, inoltre, di rimuovere la polvere una volta alla settimana con un semplice panno di lino. Qualora vi siano parti del cancello instabili o incrinate, si raccomanda di ripararle immediatamente per evitare che il danno diventi più grave con il tempo.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO