Il radiatore

Il radiatore

Il radiatore è senza alcuna ombra di dubbio uno dei componenti principali dell'automobile. Si può tranquillamente affermare che senza un radiatore funzionante nessuna automobile potrebbe circolare senza causare ingenti danni al motore. Il radiatore, infatti, serve per raffreddare il liquido dal calore eccessivo prodotto dal motore stesso durante la marcia del veicolo. Il liquido refrigerante che passa nel motore, infatti, è soggetto a riscaldamento e deve per questo essere raffreddato. Attraverso il cosiddetto circuito di raffreddamento il liquido giunge al radiatore dove la sua temperatura viene notevolmente abbassata per essere poi rimesso in circolo e convogliato nuovamente verso il motore. In questo modo il veicolo può funzionare a temperature che si possono definire realmente ottimali e con cui è impossibile che il motore venga distrutto irrimediabilmente.
radiatore di automobile

Protettivo radiatori 4,5L, antigelo, antiebollizione, anticalcare, protegge il radiatore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,08€


Com'è fatto il radiatore

radiatore auto Ma com'è fatto esattamente il radiatore? Esso ha forma quadrata o rettangolare. E' formato da diverse tipologie di condotti che si trovano collocati parallelamente l'uno all'altro e da qualche aletta definita come dissipatrice. Il ruolo di ciascuna di queste particolari alette è quello di permettere all'eccessivo calore presente nel liquido refrigerante di fuoriuscire dal radiatore e, quindi, essere espulso definitivamente all'esterno dell'automobile. Alle due estremità di ogni radiatore, indipendente dalla sua forma, si trovano due tubicini. Uno è destinato all'entrata del liquido troppo caldo nel radiatore. Il secondo, invece, serve a farlo fuoriuscire una volta raffreddato convogliandolo al motore. Nella sezione posteriore di ogni radiatore si trova la cosiddetta ventola mediante cui, in determinate situazioni, il liquido refrigerante viene raffreddato più velocemente.

  • termosifone in acciaio I termosifoni in acciaio rappresentano una delle tre categorie di termosifone, o radiatore, che dir si voglia maggiormente usate negli impianti di riscaldamento attuali. Di recente invenzione, i primi...
  • Elegante radiatore ad olio I radiatori elettrici ad olio rappresentano una delle soluzioni più pratiche quando si hanno necessità, più o meno prolungate nel tempo, di aumentata richiesta di riscaldamento. Uniscono un'ottima eff...
  • lucidatura di una carrozzeria Lucidare la carrozzeria di un'auto è un lavoro estremamente faticoso, ma che certamente vi renderà soddisfatti. Prima di procedere alla spiegazione dei vari passaggi è necessario capire cosa occorre e...
  • automobile restaurata Prima di procedere alla fase di restauro della vostra automobile dovete assicurarvi di possedere i seguenti occorrenti: carta abrasiva, vernice per carrozzeria, vernice lucida per carrozzeria, pennell...

Radiatore Tappo Del Serbatoio Di Espansione Per Il Bmw E36 E46 E38 E39 E53 E83

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,48€


Come funziona il radiatore

Radiatore sporco Vediamo adesso come funziona il radiatore in maniera un po' più dettagliata. Attraverso un tubicino, il liquido ad alta temperatura entra all'interno del radiatore e si distribuisce in ogni singolo condotto del radiatore stesso. Qui il liquido, dapprima caldo, piano piano si raffredda. Viene, quindi, spinto di nuovo all'esterno fuoriuscendo attraverso il tubo di uscita. La direzione del liquido raffreddato sarà nuovamente il motore. Nel momento in cui la temperatura del liquido è superiore a un determinato valore (90° per i motori a 4 tempi e 60°-70° per quelli a 2 tempi) inizia il lavoro della ventola, il cui compito è quello di diminuire il tempo per il raffreddamento del liquido refrigerante. La ventola gira più o meno velocemente a seconda di quanto eccessiva sia la temperatura (più lo è, maggiore è la velocità). Il radiatore, a causa del clima più caldo, è sottoposto ad un maggiore lavoro naturalmente durante la stagione estiva.


Quale liquido usare per il radiatore

liquido del radiatore Per funzionare nella maniera più adeguata possibile, il radiatore ha bisogno di un liquido refrigerante appropriato. Si pensa spesso (erroneamente) di poter inserire semplicemente dell'acqua nel radiatore. Ma non è così: il liquido refrigerante non è semplice acqua: deve raffreddare il motore mantenendo le sue principali caratteristiche, come ad esempio quella di essere antigelo e di saper assorbire il calore. Il liquido va controllato periodicamente. Per cambiarlo, o aggiungerlo, il motore deve essere freddo e l'automobile in piano. Ma quale liquido scegliere? Esistono refrigeranti contraddistinti da differenti colorazioni perché ognuno ha caratteristiche specifiche. Per acquistare il liquido più appropriato alle proprie necessità, quindi, bisogna dare un'occhiata al libretto di manutenzione della vettura. Mai mischiare liquidi di colore diverso perché questo annulla le proprietà del liquido.


Guasti radiatore

Come può avvenire per qualsiasi altro componente dell'automobile, anche il radiatore può purtroppo essere soggetto a diverse tipologie di anomalie. Ciò significa che può andare incontro a malfunzionamenti dovuti a differenti tipi di causa. Tra le motivazioni principali si colloca sicuramente lo sporco esterno. In queste condizioni, il radiatore è come soffocato e quindi la dissipazione del calore eccessivo non avviene correttamente. Ne consegue un sovraccarico di lavoro per il radiatore che, sforzandosi troppo, può smettere improvvisamente di funzionare. Ecco perché si raccomanda la periodica pulizia. Il troppo invecchiamento del radiatore può portare perdite di liquido. L'assenza di questo elemento porta, di conseguenza, al rapido surriscaldamento del motore.


Cosa fare se il radiatore non funziona

manutenzione radiatore Una volta che si è appurato che il sistema di raffreddamento dell'auto ha dei problemi, cerchiamo di capire cosa occorre fare quando il radiatore malauguratamente non funziona più come dovrebbe.La prima cosa da fare è assolutamente quella di portare la propria auto dal meccanico di fiducia in quanto, se il liquido all'interno del motore non viene raffreddato a dovere, il motore stesso può andare incontro a problemi davvero molto importanti. Se il problema viene trascurato, infatti, si può arrivare addirittura a bruciare la guarnizione della testata. A tutti conti fatti, se riparare un radiatore può costare alcune decine di euro (un centinaio se si deve sostituire) riparare un danno come la guarnizione della testata bruciata può richiedere, a seconda del modello di automobile, anche 1000 euro. Ecco perchè è meglio verificare periodicamente lo stato del radiatore.




COMMENTI SULL' ARTICOLO