Lucidatura alluminio

Prodotti per lucidare l'alluminio

L’alluminio, a differenza dell’acciaio, tende a deteriorarsi con il tempo se non opportunamente trattato. Per una lucidatura alluminio efficace si utilizza in genere il sidol (una pasta lucidante) e il polish (una pasta abrasiva). In alternativa si possono usare dei detergenti che, diluiti con l’acqua, sono in grado di rimuovere la patina scura che si forma sul materiale senza alcuna difficoltà. Questi prodotti vanno ovviamente usati con attenzione, infatti trattandosi di prodotti chimici, sono dannosi per la pelle. Inoltre, il loro utilizzo prevede un abbondante risciacquo. Per lucidare componenti in alluminio di automobili o motociclette, i solventi vanno utilizzati insieme alla carta vetrata, anche se quest'ultima va usata con cautela per evitare di lasciare graffi sugli oggetti. Inoltre, quando si adopera la carta abrasiva è consigliabile che essa abbia una granulometria fine. La lucidatura serve solo per ottenere superfici migliori a livello estetico, infatti la patina scura non compromette l’integrità del materiale.
Tipica superfice in alluminio

Insetticida CLEAN KILL EXTRA NON MACCHIA NON ODORA ampio spettro d'azione NO GAS microincapsulato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,57€


Come lucidare l'alluminio

Componente in alluminio trattato Il primo passo da compiere per la lucidatura alluminio è trattare la superficie scelta con solventi specifici. Il tipo di prodotto da utilizzare deve essere scelto in base al tipo di oggetto in alluminio che bisogna lucidare. Dopo aver terminato questo passaggio bisogna sciacquare il tutto con un detergente dissolvente. Per lucidare la superficie in alluminio bisogna spargere su di esso il prodotto lucidante ed eseguire un movimento circolare con un panno, esercitando una leggera pressione e non trascurando nessun punto. Una volta terminata quest’operazione bisogna pulire nuovamente le zone trattate. Successivamente bisogna adoperare la pasta abrasiva, distribuendola sull’oggetto da lucidare e spargendola bene con uno straccetto, eseguendo sempre movimenti circolari finché tutto lo sporco e i graffi non sono scomparsi del tutto.

  • Infissi in legno alluminio Gli infissi legno alluminio vengono progettati in modo tale da sfruttare in maniera adeguata le caratteristiche di entrambi i materiali, unendone i vantaggi che offrono. Le ante e il telaio sono carat...
  • Modello di termosifone in alluminio I radiatori in alluminio hanno il vantaggio di essere molto leggeri e possono essere installati anche laddove non è possibile mettere radiatori aventi un peso notevole come ad esempio sui divisori rea...
  • Porta finestra in alluminio scorrevole Le porte finestre in alluminio sono molto resistenti, leggere, e garantiscono un basso consumo energetico in quanto risultano altamente isolanti grazie all'uso di profili a taglio termico, che garanti...
  • Infissi in alluminio I prezzi di mercato degli infissi in alluminio variano molto in base alla tipologia di prodotto che si decide di acquistare. Solitamente gli infissi in alluminio vengono venduti a metro quadrato e han...

VIRGINIA FAST per lucidare il marmo macchiato elimina le macchie opache lucida marmi e travertini

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Lucidatura alluminio: Lucidare l'alluminio satinato

Utensili per lucidatura Dopo aver distribuito la pasta abrasiva bisogna spargere nuovamente il lucidante finché la superficie non diventa brillante. Con quest’operazione può considerarsi conclusa la lucidatura alluminio. Bisogna anche considerare che esistono diversi tipi di alluminio. L’alluminio satinato infatti ha bisogna di un procedimento diverso da quello classico per tornare nuovamente a splendere. Dato che quest’ultimo tipo di alluminio è più poroso, è più soggetto all’ossidazione e quindi alla creazione della patina nera che si deve andare a rimuovere. Si consiglia di utilizzare una paglietta di metallo, mentre per prevenire la formazione dello strato nerastro è opportuno usare una polverina antiossidante acquistabile in tutti i colorifici e spargerla sulla superficie con un pennello, lasciandola poi asciugare per qualche ora e infine rimuoverla sempre con qualche spugna.



COMMENTI SULL' ARTICOLO