Malattie delle rose

La peronospora

Tra le malattie delle rose provocate da funghi va menzionata la peronospora; quest'ultima si manifesta con sgradevoli macchie sul fogliame, inizialmente giallastre e poi sempre più scure. Le foglie, di conseguenza, subiscono un progressivo disseccamento e una caduta prematura. Questa malattia colpisce naturalmente le piante più vulnerabili: per prevenirla è fondamentale mantenere le rose in ottime condizioni, effettuando con regolarità le operazioni di concimazione e di irrigazione. Le annaffiature, tuttavia, devono essere costanti ma non sovrabbondanti, dato che di frequente la peronospora è determinata da un eccesso di umidità. Per la cura si raccomandano dei prodotti anticrittogamici a base di rame; le parti interessate vanno rimosse accuratamente con cesoie disinfettate e subito bruciate.
Sintomi peronospora

Tianpengyuanshuai Adesivo murale in Vinile a Sorgente Calda Decorazione Negozio di Massaggi Decorazione Decal Sticker murale Carta da Parati 28x61cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,21€


L'oidio

Oidio L'oidio rappresenta una delle malattie delle rose più diffuse e fastidiose. Esso, a sua volta provocato da funghi, è chiamato anche albugine proprio perché si manifesta con una muffa biancastra e polverulenta che ricopre il fogliame, i germogli e i fiori. Gli organi attaccati si deformano interamente, si disseccano ed appassiscono. Questa malattia danneggia parallelamente la salute e l'aspetto delle rose; è necessario prevenirla assicurando alle piante condizioni ottimali, scongiurando i ristagni d'acqua nel terreno ed effettuando regolarmente la concimazione. Contro l'oidio un rimedio appropriato è costituito dagli anticrittogamici a base di zolfo, da somministrare alle rose in più trattamenti mensili. Anche in questa situazione, come per la peronospora, è necessario recidere e bruciare le parti colpite.

  • Le rose rampicanti vanno innaffiate con attenzione Le rose rampicanti cresceranno più rapidamente e si svilupperanno al meglio se avremo l'accortezza di seguire alcuni semplici passaggi nella loro coltivazione e nelle cure che riserveremo alle piante....
  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Peonia in piena fioritura Le peonie sono piante per giardino appartenenti alla famiglia delle Peoniacee. Le specie di questo genere si dividono in due grandi gruppi: peonie erbacee e peonie arbustive (o legnose). Le peonie erb...
  • Margherita in piena fioritura Le margherite sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. Molto diffuse nelle zone d'Europa a clima temperato e in particolare nelle regioni mediterranee, sono caratterizzate da u...

TB 25 WG FUNGICIDA SISTEMICO 0,5 KG TEBUCONAZOLO GRANULARE OIDIO MONILIA RUGINE BOTRITE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Malattie delle rose: I danni dei parassiti

Foglie danneggiate Alcune malattie delle rose sono determinate da parassiti come gli afidi e le cocciniglie. Entrambi si nutrono della linfa perforando le foglie e i rametti delle piante attaccate. Gli afidi si riconoscono per il loro peculiare colore brunastro oppure verde brillante, le cocciniglie per la patina con cui tendono a ricoprirsi come meccanismo di protezione; entrambi gli insetti producono melata, una sostanza zuccherina che attira le formiche, e provocano la diffusione di infezioni e malattie. Infestazioni di questa natura possono essere combattute con rimedi chimici, ovvero appositi insetticidi, che tuttavia facilmente danneggiano l'ambiente e le rose stesse. Per questa motivazione i più preferiscono soluzioni naturali ugualmente efficaci come il macerato d'ortica e l'infuso d'aglio o di equiseto.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO