Il camino

Vari tipi di camino

Il camino è un complemento d'arredo importantissimo e soprattutto molto utile per riscaldare gli ambienti. Tradizionalmente il camino viene installato in cucina, in salotto o nelle camere da letto ma oggi si può osare anche di più installandolo persino in corridoio o nello studio perché sia il concetto che la tipologia dei camini sono cambiati radicalmente. Oltre al camino tradizionale che attrae ancora buona parte del pubblico, esistono molti altri tipi di camino come quello prefabbricato, il termocamino, i camini integrati e una lunga lista di camini modernissimi inclusi quelli in miniatura detti camini da tavolo. Il comune denominatore è la loro capacità di riscaldare gli ambienti in cui sono ubicati e quelli circostanti e la facilità di installazione e manutenzione. C'è solo l'imbarazzo della scelta.
Vari tipi di camino

Camino caminetto refrattario cucina legna 55 mc angolo reversibile VZ 100 KD-KS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 580€


Il camino tradizionale

Il camino tradizionale Per quanto riguarda il camino tradizionale, è innegabile che il suo fascino rimane imbattuto e inalterato nel tempo. Nonostante le validissime alternative, molte persone optano comunque per il camino tradizionale con canna fumaria soprattutto in abitazioni antiche, ambienti molto grandi o tenute nobiliari. Naturalmente installare questo tipo di camino richiede un professionista e una manutenzione più accurata e ravvicinata per evitare incidenti e incendi. L'alimentazione è prevalentemente a legna e la quantità di combustibile varia in base all'ampiezza dell'ambiente. Il camino tradizionale è detto a fuoco aperto e perché la fiamma è visibile e tangibile. Dato che la propagazione passa anche dalla canna fumaria, la resa non è eccezionale e c'è un grande dispendio di energia ma la sua bellezza è indiscutibile.

  • Modello di termocamino acceso Il termocamino è un sistema di riscaldamento adottato all'interno delle abitazioni in sostituzione o come integrazione degli impianti comunemente usati e alimentati con il metano, il GPL o il gasolio....
  • Camino a parete moderno e bifacciale. Il camino a parete è un complemento d'arredo perfettamente inseribile sia in un contesto classico che in uno moderno, in quanto molto versatile e abbinabile al tipo di abitazione in cui viene posizion...
  • Caminetto a legna I caminetti a legna sono soluzioni sia per il riscaldamento di una stanza che di arredo: infatti consentono di dare eleganza alla propria casa. Le opzioni tra cui si può scegliere sono due: comprare u...
  • Camino in casa Riscaldare gli ambienti della propria abitazione con un camino, garantisce un calore continuo e un notevole risparmio energetico per quanto riguarda l'acquisto del combustibile. Quando si sceglie come...

Turbina ad aria calda 4 in 1, per la distribuzione dell’aria calda, con termostato e accessori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59,99€


Il caminetto a fuoco chiuso

Camino a fuoco chiuso Il caminetto a fuoco chiuso è così denominato perché la fiamma non è esterna e funge sia da piano di cottura che da stufa. Il posto che lo ospita è realizzato in ghisa o in refrattario, materiali che lo rendono perfetto per assolvere ad entrambe le sue funzioni. Possiede uno sportello in vetro ceramico per conservare meglio il calore ed espanderlo anche negli ambienti circostanti. Questo tipo di camino è una tra i più gettonati dopo il tradizionale perché oltre ad avere una resa molto alta, permette di cucinare sfruttando lo stesso combustibile, avere acqua calda e per di più la fiamma anche se chiusa dietro il vetro è visibile ed è molto sicuro in presenza di bambini. Inoltre, non disperde ceneri e pezzi di legno nella stanza. Si può installare in qualsiasi tipo di ambiente specialmente in quelli rustici, in chalet e cottage.


Camino a bioetanolo

Camino a bioetanolo Se non c'è un impianto per camini preesistente e non avete intenzione di rivoluzionare la vostra abitazione installando una canna fumaria, il camino a bioetanolo è sicuramente ciò di cui avete bisogno. Semplicissimo da installare, ha una grande resa e in poco tempo la vostra casa sarà calda e confortevole. I punti negativi tuttavia ci sono. Il bioetanolo è un combustibile molto caro ma sembra che a livello salutare sia abbastanza buono dato che proviene dalla fermentazione di barbabietola da zucchero e patate. Basta installare una semplice presa d'aria per espellere i residui dei fumi. Inoltre, la manutenzione è semplicissima, non essendoci la canna fumaria i costi d'installazione sono ridotti e l'accensione è molto più facile degli altri tipi di camini. Naturalmente è un camino a fuoco chiuso e quindi la fiamma non è tangibile.


Caminetto da tavolo

I camini da tavolo sono anch'essi a bioetanolo. La loro particolarità è che sono di dimensioni molto ridotte e si possono facilmente posizionare sul tavolo creando un effetto davvero molto bello e raffinato e riscaldando l'ambiente circostante. Sono dei veri e propri complementi d'arredo specialmente in abitazioni dagli arredi molto moderni o per i cosiddetti ambienti zen. I modelli più in voga sono quelli a forma di vaso che meglio si mimetizzano con gli altri soprammobili. È provvisto solitamente di vetri protettivi temperati e di un bruciatore che può essere circondato da piccole pietre bianche per dare un'apparenza ancora più elegante. Possono essere di varie forme. Oltre a quella a vaso, si trovano camini da tavolo circolari, rettangolari, quadrati e cilindrici. Normalmente non superano i 30 cm di lunghezza e altezza.


I camini sospesi

I camini sospesi sono di ultimissima generazione e sono veramente molto artistici, decorativi ed eleganti. Si chiamano sospesi perché non poggiano a terra e quindi sembrerà di avere delle fiamme a mezz'aria. Possono essere posizionati come un normale camino senza la base a terra, o pendere dal soffitto come un lampadario. Sono collocati in qualsiasi parte della camera anche al centro. Questo tipo di camino è solitamente prefabbricato in metallo molto sottile ma sempre molto robusto. I combustibili usati sono diversi: ce ne sono a legna, a gas, a bioetanolo ma anche a pellet e ad energia elettrica. Sono sia a fiamma aperta che a fiamma chiusa e devono necessariamente essere collegati ad una canna fumaria. Alcuni di essi possono ruotare in modo da espandere il calore in tutti gli angoli della stanza.




COMMENTI SULL' ARTICOLO