Dichiarazione di conformita impianto elettrico

La Dichiarazione di conformità impianto elettrico

La cosiddetta Dichiarazione di conformità impianto elettrico è una documentazione in cui viene certificato che un dato impianto elettrico appena installato è pienamente conforme alla legge. Questo sta a significare, quindi, che ne soddisfa tutte le indicazioni. La Dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico viene rilasciata direttamente dal tecnico abilitato che lo ha installato. La primissima volta che si è parlato di questa dichiarazione risale alla Legge 46/1990, oggi sostituita dal Decreto Legislativo numero 37/2008. Lo scopo principale per cui nasce la Dichiarazione di conformità impianto elettrico è quello di fornire la massima garanzia in termini di sicurezza sia pubblica che privata relativa ad un impianto delicatissimo come quello elettrico. Si evitano, in questo modo, possibili incidenti domestici scaturiti da impianti non a norma e colpiti da malfunzionamenti.
Lavori su impianto elettrico

ABB 2CSK1193CH PRESA SIDE (1 SCHUKO + 2 BIVALENTI)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,5€


Obbligatorietà della Dichiarazione di conformità impianto elettrico

Impianto elettrico a norma Esistono alcuni casi particolari in cui vige l'assoluta obbligatorietà della Dichiarazione di conformità impianto elettrico. Innanzitutto, essa è indispensabile quando si deve richiedere il rilascio del certificato di agibilità di un immobile. Lo è anche quando si presenta la necessità di allacciare una nuova utenza. Infatti, al momento stesso della richiesta, deve essere inviata al fornitore scelto una copia della dichiarazione. Questa obbligatorietà vale anche nel caso in cui si desideri apportare delle modifiche ad un impianto preesistente. Da giugno 2013 anche nei condomini è obbligatoria tale dichiarazione che gli amministratori di condominio hanno l'obbligo di richiedere. Se non la si possiede, l'impianto va inevitabilmente sottoposto a sanatoria. Per gli impianti antecedenti al Decreto 37/2008 occorre redigere la Dichiarazione di rispondenza per poter vendere l'immobile.

  • Revisione impianto elettrico Il decreto ministeriale 37/2008 regola le procedure di installazione, trasformazione e ampliamento degli impianti elettrici da parte delle imprese del settore, nel rispetto di precise norme di sicurez...
  • Scintille provocate da un cortocircuito Il cortocircuito rappresenta un problema che si può verificare quando si utilizzano apparecchiature elettriche molto vecchie. Consiste in un contatto che si viene a creare accidentalmente tra due pola...
  • esempio di cavi elettrici I cavi elettrici sono sistemi di conduzione e trasmissione della corrente elettrica, generalmente costituiti da un'anima interna costituita da più fili conduttori o fibre ottiche intrecciati tra loro....

2pcs Presa Temporizzata Spina Elettrica Con Timer Digitale Programmabile Per 24 ore 7 Giorni Timing Receptacle Presa Iitaliana Di Potenza Massima 2300 W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,99€
(Risparmi 7€)


Il contenuto della Dichiarazione di conformità impianto elettrico

Manutenzione su impianto elettrico Con la Dichiarazione di conformità impianto elettrico viene attestata la conformità dell'impianto rispetto a quanto richiesto dalla legge. Ma cosa contiene questa documentazione? Il contenuto della dichiarazione deve essere obbligatoriamente indicato seguendo il modello che costituisce uno degli allegati del Decreto Ministeriale 37/2008, successivamente modificato dal Decreto 19/05/2010. Diversi sono i dati obbligatori quali: tipologia esatta dell'impianto a cui ci si riferisce, dati del tecnico abilitato e della relativa impresa, dati del proprietario dell'immobile, materiali utilizzati, collocazione esatta dell'impianto e rispondenza totale alle norme di legge. Alcuni allegati sono obbligatori, pena la nullità della dichiarazione: progetto e schema dell'impianto, relazione tipologica, certificato che attesti l'iscrizione della ditta alla Camera di Commercio.


Dichiarazione di conformita impianto elettrico: Utilizzi e importanza

Tecnico impianto La Dichiarazione di conformità impianto elettrico attesta che gli impianti sono stati installati nella maniera corretta. La burocrazia prevede che essa sia obbligatoria per molti utilizzi, come ad esempio per richiedere il certificato di agibilità di un immobile che si intende vendere o locare. Per le attività nell'ambito del commercio è indispensabile per l'ottenimento del nulla osta sanitario così come lo è per il Certificato Prevenzione Incendi. Se si vende casa, la dichiarazione sarebbe da allegare al rogito. Tuttavia, anche se questo non avviene, l'atto non si può considerare nullo. La mancata presentazione deve però essere indicata ed è il compratore che si impegna all'adeguamento dell'impianto a proprie spese. Anche per le locazioni e per il comodato è preferibile la presenza della dichiarazione, anche se si può omettere se le parti sono d'accordo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO