L'isolamento acustico pareti

Cos'è l'isolamento acustico pareti

Generalmente quando si va a parlare di isolamento acustico pareti non si fa altro che citare tutta una serie di tecniche di costruzione utilizzanti determinati materiali per poter ridurre al minimo la propagazione delle onde sonore tra due o più ambienti di un immobile o dall’esterno. Quindi una persona desiderosa di intervenire in tale maniera si assicura di utilizzare dei materiali fonoassorbenti in modo tale che tutte, o buona parte delle onde sonore venga eliminata così da avere un luogo più silenzioso. Per l’effettuazione di questa tipologia d’intervento è necessario seguire precisamente tutte le normative previste dalla legge, che regolano ogni fase dell’insonorizzazione degli ambienti, il livello di rumore percepito (misurato in decibel) una volta ultimati i lavori e i materiali da usare.
Materiale per l'isolamento acustico

Pannelli Soffitto in Polistirolo 0884 (Pacco 120 pz / 30 mq) Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 76,99€


Normativa isolamento acustico pareti

Installazione materiale isolante Isolamento acustico pareti risulta essere obbligatorio quando si tratta di modificare strutture come aeroporti, autostrade, impianti sportivi o uffici e industrie che abbiano macchinari molto rumorosi. Per questo motivo lo Stato Italiano prevede alcune normative riguardanti questa tipologia di lavoro. Con la Legge quadro sull’inquinamento acustico (numero 447), emanata il 26 ottobre del 1995 e messa in attuazione dopo il 5 dicembre 1997, non si fa altro che fissare tutti i parametri per la riduzione dei rumori all’interno dei edifici. Da notare che viene messa particolare enfasi per gli immobili residenziali.Secondo le normative oltre i 14 decibel si supera la soglia del dolore per l’orecchio che percepisce un rumore così forte, quindi è necessario attuare una serie di interventi che mirino alla diminuzione dei rumori da calpestio per valori superiori a 63 decibel. da pareti perimetrali fino ad una diminuzione superiore ai 40 decibel (in caso si parli di pareti interne allora la diminuzione del rumore dovrà essere di 50 decibel).

  • Parete esterna con intonaco fonoassorbente Gli intonaci fonoassorbenti sono costituiti da leganti idraulici, con un elevato potere di isolamento acustico.Affinché l'intonaco fonoassorbente sia efficace è necessario che riesca ad assorbire alme...
  • Isolamento acustico del soffitto L'isolamento acustico fai da te impedisce a suoni e rumori di propagarsi tra due diversi ambienti. Può essere effettuato mediante due tipologie di materiali: quelli fonoassorbenti e quelli fonoisolant...
  • muro divisorio I muri divisori si differenziano da quelli portanti per la loro struttura interna. Nelle case più vecchie si distinguono per lo spessore inferiore, mentre in quelle moderne non sono sempre riconoscibi...
  • Materiali isolanti naturali I materiali isolanti possono essere impiegati per realizzare l'isolamento termico o acustico di un immobile; nell'ultimo caso si realizzano pannelli capaci di smorzare oppure assorbire le onde sonore ...

Fissativo Isolante per muri "Fiss'Up" Max Meyer 1 lt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Materiali isolanti

Schema isolamento acustico pareti Per poter procedere all’isolamento acustico pareti è necessario utilizzare una serie di materiali isolanti in modo tale che si blocchi totalmente la propagazione del suono. In commercio esistono due tipologie di materiale in questione: i fonoassorbenti e i fonoisolanti. Per quanto riguarda i fonoassorbenti si può dire che siano materiali molto porosi, che hanno la capacità di assorbire le onde sonore in modo da produrre calore alla fine di questo processo, mentre i fonoisolanti non risultano essere porosi e quindi non fanno altro che respingere o riflettere il suono nell’ambiente in cui si trova la fonte. Tra i materiali fonoisolanti è possibile trovare il piombo e la plastica naturale, mentre tra i materiali fonoassorbenti si può reperire il truciolato, polistirolo, sughero, lana di vetro o di roccia.


L'isolamento acustico pareti: Metodologie

Pannelli isolanti acustici A seconda del tipo di isolamento si vuole applicare si seguirà una determinata metodologia di intervento; per quanto concerne isolamento acustico pareti esterne si può procedere con la creazione di una sorta di cappotto che va a rivestire in maniera completa l’immobile da insonorizzare. Tale cappotto, se così lo si vuol chiamare, può essere fatto anche per le pareti interne. Per la realizzazione si procede con il fissaggio di pannelli delle tipologie precedentemente citate con tasselli o materiali di altra natura. Vi è da considerare che la creazione di tale rivestimento all’interno dell’abitazione permette di ottenere un notevole risparmio economico ma allo stesso tempo riduce la superficie calpestabile dell’immobile. Invece per poter ridurre sensibilmente la propagazione dei rumori all’interno di un immobile è possibile usare delle intercapedini in cartongesso che al loro interno abbiano uno strato più o meno spesso di materiale isolante a livello acustico, come la lana di vetro. Infine è da citare che per ottenere un risultato migliore e quindi una insonorizzazione più alta è possibile aumentare lo spessore della parete in cartongesso.



COMMENTI SULL' ARTICOLO