Coltivazione aglio

La coltivazione dell'aglio

L'aglio è una pianta bulbosa di origine asiatica, ma viene coltivata in tutto il mondo. Nell'antichità veniva largamente messo a coltura in Egitto, dove erano già note le sue proprietà terapeutiche. Ma oggi l'aglio viene soprattutto apprezzato come pianta aromatica, quindi nella cottura di pietanze e nel condimento di piatti. Inoltre mantiene le sue proprietà officinali solo se consumato crudo, in quanto la cottura altera le qualità del vegetale. La pianta è costituita dalla parte bulbosa e da un fusto liscio con foglie verdi che si eleva dal terreno fino a raggiungere gli 80 cm. La parte da noi utilizzata è quella bulbosa, che può contenere dai 6 ai 14 bulbilli. La sua coltivazione non richiede particolari doti o tecniche, è una pianta poco esigente e che non richiede peculiari cure, per questo motivo è ampiamente diffusa e coltivata.
Aglio coltivazione

Herb Garden SEME Kit per far crescere SCATOLA REGALO DA Thompson & Morgan - 5 tradizionale SAPORITO Herbs to Grow ; Basilico, prezzemolo ,aglio ,CORIANDOLO & Rocket SEMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,53€


Coltivazione aglio: condizioni e terreno

Aglio L'aglio è una pianta che può essere coltivata ovunque, ma preferisce le zone con clima temperato, nonostante resista bene sia al freddo che al caldo. Assolutamente da evitare terreni umidi poiché, essendo una pianta bulbosa, teme i ristagni idrici. Il terreno deve essere asciutto e ben drenato. Il periodo migliore per avviare la coltivazione della pianta è quello invernale, tra il mese di novembre e il mese di marzo. Si procede interrando i bulbilli singolarmente con la testa rivolta verso l'alto, con una distanza di 10 cm l'uno dall'altro. Le irrigazioni vanno effettuate solamente all'inizio, ossia appena i bulbilli sono stati piantati, dopodiché vanno interrotte quando la pianta inizia la maturazione. Ma può accadere che il vegetale abbia bisogno di acqua anche durante il periodo più caldo, ossia in estate, poco prima della raccolta.

  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Euphorbia amygdaloides purpurea Fra tutte le piante grasse da appartamento e da balcone, l'Euphorbia stupisce per la grande varietà di forme e di peculiarità: questa pianta grassa, infatti, conta circa 2.000 specie che differiscono ...
  • Peonia in piena fioritura Le peonie sono piante per giardino appartenenti alla famiglia delle Peoniacee. Le specie di questo genere si dividono in due grandi gruppi: peonie erbacee e peonie arbustive (o legnose). Le peonie erb...
  • Margherita in piena fioritura Le margherite sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. Molto diffuse nelle zone d'Europa a clima temperato e in particolare nelle regioni mediterranee, sono caratterizzate da u...

Gift Republic - Grow Me (Money), Kit da regalo per la coltivazione di una piantina [I soldi crescono sugli alberi]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,46€


Raccolta e conservazione

coltivare aglio Se i bulbilli sono stati piantati durante il periodo invernale, la raccolta è prevista per agosto. Si possono sradicare i bulbi quando il fusto inizia a seccarsi e la parte superiore inizia a piegarsi. Dopo bisogna pulirli per bene e liberarli dal terriccio, porli in un luogo ben arieggiato ed aspettare che le foglie intorno al bulbo si secchino in modo da rimuoverle più facilmente. La conservazione prevede il raggruppamento dei bulbi in fasci, e la loro permanenza in un luogo asciutto ed al riparo dalle intemperie. Essendo una pianta poco esigente può essere coltivata anche in balcone con l'ausilio di cassette di legno o vasi, utilizzando sempre un terreno ben drenato ed asciutto. L'uso domestico è ben noto, ma l'aglio è anche utile nella coltivazione biologica in quanto è un antiparassitario naturale, infatti allontana diversi organismi dannosi per le piante.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO