Coltivazione arachidi

Coltivazione arachidi

L'arachide è un legume annuale e una pianta erbacea. Quando si vuole effettuare una coltivazione arachidi bisogna tenere in considerazione che la fecondazione avviene rapidamente a causa dell'attività delle api mellifere. Il prodotto ottenuto è costituito da uno o più semi che si trovano all'interno di una struttura dalla forma allungata chiamata chiodo. Sul terreno la pianta dell'arachide si presenta con numerose radici orizzontali. Ci sono anche splendidi fiori di colore giallo con parti maschili e femminili che appaiono di solito sulla scia dell'impianto. Lo sviluppo totale e quindi la crescita e la produzione si potrà avere dopo dodici settimane. I baccelli si formano in 20 giorni, mentre il raccolto è pronto dopo 2 mesi ed è facile da controllare in quanto le arachidi mature si presentano con dei gusci beige. La caratteristica principale di questa pianta è la costante fioritura che continua per un lungo periodo.
Arachidi

Cizen Vasi Tessuto, 2Pz Impermeabile Sacchi per Piante, 10 Gallon Portatile Grow Borse per Patate Carote Cipolla (35 * 46,5cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Informazioni utili per la coltivazione arachidi

Coltivazione arachidi Per effettuare un'ottima coltivazione arachidi si consiglia di non prediligere quelle regioni che sono caratterizzate da un clima freddo con basse temperature, a meno che non si consideri l'uso di buone serre che mantengono la temperatura corretta. Infatti la temperatura base per coltivare le arachidi è di 15°C per quanto riguarda la germinazione, poi si passa a 20°C per sviluppare e far crescere in maniera adeguata la pianta. Il terreno ideale è quello drenante e soffice, che andrà lavorato in inverno per essere pronto in primavera. La semina è utilizzata per mettere a dimora questo tipo di pianta utilizzando i frutti ancora ricoperti e posizionandoli in buche profonde 3 cm. Continuare con irrigazioni regolari, ma senza provocare dei negativi ristagni idrici che causerebbero facili muffe. Il raccolto deve essere effettuato estraendo le piante dal terreno e raccogliendo i baccelli con le arachidi, che poi saranno messe al fresco e all'asciutto per farle seccare.

  • Giardino fiorito con lago naturale Per rendere il proprio ambiente esterno elegante ed interessante da ammirare e da far ammirare è necessario sapere e riconoscere quali possono essere le migliori piante da giardino utilizzabili. Ogni ...
  • Splendido esempio di gelsomino fiorito Il gelsomino appartiene alla specie delle Oleaceae. E' originario del bacino del Mediterraneo e di Paesi asiatici come Cina ed India. Alle nostre latitudini cresce senza problemi e, pur preferendo pos...
  • Piante grasse Praticamente quasi tutte le piante producono fiori e semi (tranne soltanto i muschi e le conifere). Questo vale anche per le piante grasse che, nonostante l'aspetto a volte poco "dolce", molto spesso ...
  • pianta di kiwi La pianta del kiwi è originaria della Cina ed è arrivata fino a noi grazie a un rappresentante della Società Britannica Reale di Orticoltura, che la importò in Gran Bretagna e in seguito ne permise la...

Mini serra - Die kleine Zimmerplantage - con semi di arachidi, banane del Kenya e caffè nano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Consigli pratici per un risultato migliore

Radici arachidi La luce sicuramente è uno dei fattori fondamentali per un'ottima coltivazione arachidi. Ma anche il drenaggio del terreno e le sostanze organiche migliorano lo sviluppo di questo tipo di pianta. Il terreno preferito è di norma quello che permette lo sviluppo delle radici e che protegge dalla pioggia. Dovrà avere un ottimo drenaggio e fornire un'adeguata circolazione d'aria oltre alla moltiplicazione di organismi microscopici che sono di vitale importanza per una corretta alimentazione. I concimi vanno somministrati durante l'aratura per poter ancor meglio disperdersi nella terra, ma non dovranno essere troppo incisivi. Ogni volta che sono necessari si consiglia l'uso di fertilizzanti con cloruro di potassio. Anche l'irrigazione deve essere eseguita in modo corretto e più precisamente al crepuscolo e alla mattina. Per lo sviluppo di una vasta coltivazione arachidi è bene annaffiare attraverso il sistema idrico controllato da una pompa che diffonde acqua in modo continuo e costante, magari nebulizzandola.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO