Coltivazione carciofi

Coltivazione carciofi: preparare una carciofiera

Prima di iniziare la vostra coltivazione carciofi la cosa principale alla quale prestare particolare attenzione è il terreno, esso infatti dovrà essere lavorato molto in profondità (circa 40/50 centimetri) ed essere ben concimato. Il periodo migliore per iniziare la preparazione della terra che ospiterà la vostra carciofaia è quello compreso tra l'estate e l'autunno, prestate particolare attenzione al concime che andrete ad utilizzare per fertilizzare l'area, esso deve infatti essere ben maturo e deve essere cosparso nella misura di 5kg per metro quadrato. Nella operazione di coltivazione carciofi bisogna far attenzione al drenaggio del terreno, esso deve essere privo di ristagni, qualora dovessero presentarsi si rende necessario intervenire con della baulature.
Terreno carciofaia

SAFLAX - Set per la coltivazione - Cardo - 50 semi - Cynara cardunculus

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Un ortaggio, tante tipologie di coltivazione carciofi

Carciofo coltivato Contrariamente a quanto si pensa sono numerosi i sistemi con i quali si può decidere di effettuare la coltivazione carciofi, tra i più conosciuti troviamo quello della semina tradizionale. Per seminare il carciofo occorre disporre di un semenzaio nel quale impiantare i semi nella stagione tra febbraio e marzo, se invece si vuole fare il tutto direttamente nell'orto il periodo migliore è quello di aprile/maggio. Quando si effettua il trapianto da una zona all'altra è necessario irrigare abbondantemente in terreno evitando ristagni. Un altro metodo conosciuto è quello della riproduzione da polloni, con questo metodo vengono prelevati quei germogli che crescono ai piedi della pianta di almeno un anno di vita, noti con il nome di carducci.

  • Zucchine L'idea di piantare zucchine in vaso è ottima per ogni orto sul balcone. L'unica controindicazione è che le piante di zucchine occupano molto spazio per cui richiedono un terrazzo abbastanza ampio. Tut...
  • Coltivazione peperoni vaso La coltivazione peperone è possibile solo nelle zone a clima mite, poiché questo ortaggio soffre sia per temperature troppo basse che per quelle troppo alte. Tuttavia è possibile provare a coltivare q...
  • Melanzane mature a fette La melanzana si adatta a tutti i tipi di terreno, ma preferisce quelli ben drenanti e non troppo compatti, purché ricchi di sostanza organica. La coltivazione melanzana è possibile sia in piena terra ...
  • Pianta di cetrioli I cetrioli sono un ottimo e sano alimento. E' possibile per tutti raccoglierli direttamente sul proprio balcone o terrazzo, con la certezza di avere frutti buoni e genuini. Cosa occorre per coltivare ...

Boletus Edulis, micelio per piantare funghi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,11€


I nemici primari dell'ortaggio

Carciofo I nemici naturali della coltivazione carciofi sono i parassiti come i nematodi, gli insetti ed i roditori. Ad attaccare l'ortaggio sono diverse tipologie di animali, dipende molto dalla zona di coltura e dei metodi utilizzati. Lepidotteri e cocciniglie attaccano il carciofo quando è ancora tenero, per questo motivo è molto importante avvalersi di reti traspiranti o premunirsi con disinfestazione preventive all'inizio del periodo primaverile. Nelle carciofaie non di rado è possibile trovare anche delle lumache, a tal proposito un intervento con lumachina potrebbe essere il metodo più opportuno per limitare i danni, anche il sale potrebbe rilevarsi un utile alleato nel caso l'infestazione sia elevata, prestate solamente attenzione a non cospargerlo vicino alle radici per evitare di bruciarle.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO