Coltivazione fagiolini

Coltivazione fagiolini

La coltivazione di fagiolini, come di tutte le leguminose, si considera una coltura di rinnovo per la capacità di modifica radicale del terreno con l'arricchimento notevole di azoto. Può precedere moltissimi ortaggi ma si sconsiglia la sua successione a piselli e cetrioli perché si possono propagare forme di marciume. Si semina tra la fine dell'inverno e la primavera inoltrata interrando i semi, tenuti in acqua nel corso di una notte per intenerirli, ad una profondità di 3-5 cm, distanziandoli di 10 cm e tenendo tra le file una distanza di 50 cm, per la varietà di fagiolini nani. Le distanze di semina aumentano a 20 cm sulle file e a 80 cm tra di esse per le varietà rampicanti. Oltre ai vari tipi di sostegno per le varietà rampicanti, le cure colturali prevedono l'eliminazione delle infestanti, zappature e moderata innaffiatura senza ristagni.
Pianta nana di fagiolini

TUTORE SUPPORTO DI SOSTEGNO PER PIANTE Ø6,5x1750H mm. CF. 10 PZ

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,17€


Malattie e parassiti delle piante di fagiolini

Sintomi di antracnosi dei fagiolini Tra i parassiti, animali che contrastano la coltivazione dei fagiolini, si ricordano il torchio, le cimici, il tripide, l'altica e le nottue. Tra le crittogame è opportuno rivolgere una particolare attenzione all'antracnosi e al mosaico: l'antracnosi che si manifesta con macchie nere sulle foglie, gli steli ed i baccelli, ha probabilità di maggior sviluppo quando il tempo è più umido, mentre il mosaico tende a materializzarsi sulle foglie a causa dell'azione di sbiancamento e ingiallimento dovute all'attacco di un virus. Per l'aracnosi ed il mosaico non ci sono trattamenti se non la prevenzione, ma per fortuna la maggior parte delle varietà è molto resistente. Se le piante venissero contaminate non si devono mangiare i fagiolini, inoltre occorre bruciarle e non ripiantarle nell'aiuola per 3 anni.

  • Orto sul balcone Molto spesso potrebbe fare comodo avere a disposizione erbe aromatiche fresche da usare in cucina, ad esempio, il basilico e il prezzemolo. Anche poter disporre di pomodori appena colti, o di altri or...
  • Coltivazione di funghi La coltivazione di funghi champignon è un'attività che ben si presta a far parte di un orto domestico. Una volta avviata, darà frutti per diversi mesi, se si avrà cura di non strappare i funghi, ma di...
  • Preparazione del terreno per l'orto La maggior parte delle semine così come la messa a dimora di quasi tutte le piantine nate nei semenzai devono essere fatte a primavera. Per questa ragione agli inizi di febbraio già si può pensare all...
  • radice attaccata dalle larve Le larve della mosca del cavolo si nutrono delle sostanze contenute nelle radici e nel colletto del cavolo. L'insetto depone le proprie uova nel terreno che vi si trova in prossimità e dalla primavera...

tenax Rete Flora Verde H.200 ML.10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,8€


Coltivare fagiolini sul balcone

coltivare fagiolini La coltivazione dei fagiolini rampicanti può avere successo anche sul balcone, con contenitori d'argilla che permettono la respirazione del terriccio in cui sono interrati i semi. I vasi, di 40 cm di diametro o di lato, devono essere riempiti con terriccio leggero e soffice, per facilitare il rapido sviluppo delle radici. Si consiglia di interrare gruppi di 3-5 semi a 3 cm di profondità e alla distanza di 15 cm tra i gruppi. Dopo la semina posizionare i vasi in una zona soleggiata e quando le pianticelle sono cresciute di qualche centimetro, mantenere solo la più vigorosa. Inserire una canna per ogni pianta per facilitare la salita delle pianticelle. Provvedere alla pacciamatura della superficie di ogni vaso e all'innaffiatura regolare, per mantenere il substrato sempre umido ma ben drenato.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO