Edera

Edera

Il genere di piante denominato Edera o Hedera, appartenente alla famiglia delle Araliaceae, comprende all'incirca quindici specie. Il bacino del Mediterraneo è l'area geografica di diffusione, infatti, questi vegetali sono tipici dell'Asia Minore, dell'Africa del nord, delle isole Canarie e delle zone temperate del continente europeo. Nell'antica Grecia l'Edera era strettamente legata alla divinità di Bacco e durante le celebrazioni del dio venivano indossate delle corone, ottenute dall'intreccio di rami e foglie. Il fusto si caratterizza per il portamento rampicante, è molto ramificato, avvolgente e vigoroso. In base alle differenti varietà il fogliame può assumere diverse forme e dimensioni, può essere a cuore, trilobato, ovale o pentalobato. La superficie esterna è lucida e le foglie sono tutte dotate di un lungo picciolo.
Rami e foglie di Edera

SIEPE ARTIFICIALE EVERGREEN EDERA CM.100X300 ORNAMENTALE PER BALCONI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,98€


Come coltivare e curare le piante di Edera

Pianta rampicante di Edera Le differenti specie di Edera richiedono un substrato di medio impasto composto da terriccio e torba. É importante assicurare un corretto drenaggio, per evitare possibili ristagni idrici che possono danneggiare facilmente l'apparato radicale. Questi vegetali sono molto resistenti al freddo e sopportano le temperature più rigide. Generalmente le varietà con le foglie verdi prediligono contesti a mezz'ombra mentre le tipologie con fogliame variegato, si adattano a posizioni soleggiate. In base al contesto ambientale variano anche le irrigazioni, nelle regioni più fredde l'apporto idrico sarà inferiore rispetto ai territori dove il clima è più mite e caldo. Soprattutto in estate è fondamentale garantire annaffiature regolari e abbondanti. Nel caso di piante coltivate all'interno è opportuno fare asciugare il substrato prima di bagnare nuovamente.

  • Terrazze e giardini Le terrazze e giardini non sono necessariamente una contraddizione di termini: infatti anche questi ambienti possono essere dedicati alla creazione di composizioni di giardinaggio. In estate, soprattu...
  • Edera rampicante Questo aggraziato sempreverde trae la sua origine dal nostro continente, oltre che da quelli africano e asiatico, e viene classificata nello specifico raggruppamento familiare delle Araliaceae. La pia...
  • Rosa di Natale bianca Se parte del proprio giardino oppure del balcone ha un'esposizione all’ombra, è pur sempre possibile coltivare piante verdi e fiori. Infatti non sono rare le varietà che non necessitano di essere espo...
  • Splendido esempio di gelsomino fiorito Il gelsomino appartiene alla specie delle Oleaceae. E' originario del bacino del Mediterraneo e di Paesi asiatici come Cina ed India. Alle nostre latitudini cresce senza problemi e, pur preferendo pos...

VERDELOOK Sempreverde® Point, Siepe Artificiale 1x3 m, Foglia edera, Decorazioni Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,85€


Concimazione, potatura e moltiplicazione Edera

L'Edera pianta rampicante La cura delle piante di Edera non prevede l'impiego regolare di concimazioni se crescono in terra. In caso di necessità è possibile somministrare un concime organico ogni 20 giorni in estate mentre in inverno, durante il riposo vegetativo, basta una volta al mese. La potatura è un aspetto fondamentale della manutenzione, infatti, il portamento avvolgente dell'Edera deve essere contenuto attraverso interventi periodici. Le piante che vivono all'esterno vengono potate all'inizio della primavera o in estate. Il periodo migliore per ripulire gli esemplari che crescono dentro casa è tra marzo e aprile. Per ottenere nuove piante il metodo della talea è il più consigliato. Vanno scelti i rami giovani, che possono essere messi a radicare in un composto di sabbia e terra oppure riposti dentro dei vasetti colmi d'acqua.


Malattie e parassiti

Varietà di Edera variegata Spesso le malattie che attaccano l'Edera sono legate all'eccesso di irrigazioni o a un'errata esposizione luminosa. Quando il fogliame comincia a divenire nero e ad appassire, è opportuno smettere di innaffiare. Se invece le foglie seccano, è possibile che l'habitat circostante sia poco umido. Per migliorare l'ambiente e le condizioni della pianta è utile effettuare delle nebulizzazioni con acqua. Sia le cocciniglie cotonose che le cocciniglie brune colpiscono gli esemplari di Edera. In questi casi devono essere utilizzati degli insetticidi anticoccidici. Inoltre, è possibile asportarle con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol. Gli afidi possono attaccare queste piante e vanno combattuti attraverso l'impiego di insetticidi sistemici. Un ulteriore nemico è il cosiddetto ragnetto rosso che si presenta in condizioni di caldo afoso ed è contrastabile con l'uso di acaricidi.


Edera da esterno

Tra le specie ideali per vivere all'aperto l'Hedera helix è la più facile da reperire. Il fusto vigoroso può raggiungere e superare i 25 metri d'altezza. Il fogliame si caratterizza per il colore verde scuro lucido. Nel tempo sono state create diverse varietà, come l'Aureo-variegata dalle foglie tendenti al giallo. Molto decorativa è la cosiddetta Discolor con il fogliame macchiato di rosso e la Cristata, dai margini fogliari leggermente increspati. Originaria dell'Africa settentrionale e delle isole Canarie è l'Hedera canariensis. Si contraddistingue per le variegate e differenti tonalità cromatiche che assumono le foglie durante le stagioni dell'anno e può crescere fino a 5 metri. Più rara e difficile da trovare è l'Hedera japonica, la varietà più interessante è quella bicolore, dove le foglie hanno i margini color crema.


Edera per interno

hedera helix ivalace Le piante di Edera più indicate per crescere in appartamento, sono le varietà incrociate con l'Hedera helix. Come ad esempio la cosiddetta Golden Gate, adatta agli ambienti luminosi, si caratterizza per il portamento ricadente e per le foglie verdi variegate di giallo. Dal fusto compatto ed eretto è la Ivalace, il fogliame è di colore verde scuro mentre la superficie superiore è estremamente lucida. Ideale per arredare una stanza con poca luce è la varietà Telecurl, si adatta facilmente al contesto dove viene integrata e i margini delle foglie verdi sono leggermente increspati. Molto resistente alle malattie è la tipologia Filigram, riconoscibile per i lunghi piccioli di colore rossiccio e il fogliame arricciato. Infine, Fluffy Ruffles è l'Edera consigliata per gli spazi secchi e caldi, ha grandi foglie e il portamento è rampicante.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO