Ortensie rampicanti

Caratteristiche delle ortensie rampicanti

Il sostantivo rampicante, nello specifico caso delle ortensie, è esattamente meritato ed appropriato. Infatti le ortensie rampicanti sono delle vere specialiste nell'inerpicarsi in qualsiasi direzione, ricoprendo in modo gradevole con la loro peculiare vegetazione la superficie sulla quale si sviluppano. Si adattano perfettamente al clima della penisola italiana, che gradisce un clima temperato tendente al fresco, e se opportunamente trattata, riesce a superare stagioni invernali con temperature inferiori allo zero termico. Le ortensie rampicanti sono piante originarie del Giappone, appartenenti alla famiglia delle Hyrangeaceae, che durante l'estate regalano abbondante e profumata fioritura con grandi fiori a forma di ombrello dal colore bianco, che si adagiano su di uno stupendo fogliame dal meraviglioso colore verde brillante.
Fioritura ortensia

zxddzl Poster di Carta Vintage per Top Model murale Decorazione Domestica A 21 * 30

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,5€


Coltivazione delle ortensie rampicanti

Ortensie rampicanti Queste graziose piante possono essere indifferentemente coltivate in vaso, oppure piantate direttamente nel terreno di casa. Le ortensie rampicanti prediligono un terreno che abbia un buon grado di drenaggio, composto da ghiaia, torba ed argilla, con sufficiente idratazione ed un alta concentrazione di humus, necessario per un corretto ed adeguato sviluppo vegetativo. I momenti migliori per piantare le ortensie rampicanti sono le stagioni intermedie, primavera o autunno, variabile in base al fatto della tipologia a pianta sempreverde oppure con perdita di fogliame. Per quanto riguarda l'idratazione, le ortensie rampicanti non necessitano di particolari attenzioni, l'unica avvertenza da rispettare è quella di integrare, soprattutto durante la stagione calda, con sporadiche annaffiature gli eventuali momenti di mancanza di precipitazioni.

  • Piante di ortensia L'ortensia è una delle piante più diffuse nei giardini e nei parchi perché davvero ornamentale grazie ai suoi fiori spettacolari e molto colorati. Ne esistono diverse varietà che vanno tutte sotto il ...
  • Coltivazione ortensia rampicante L'ortensia rampicante è una pianta robusta, può essere coltivata in giardino ma anche in vaso. Ama terreni non acidi, ricchi di azoto, un buon concime organico all'inizio della fioritura permette sia ...
  • Ortensia Tutti conoscono la bella ortensia, pianta ornamentale vistosa e capace di rallegrare vaste aree di giardini o anche di crescere rigogliosa in vaso. L'ortensia è originaria dei paesi asiatici, vive ben...
  • Splendido esempio di gelsomino fiorito Il gelsomino appartiene alla specie delle Oleaceae. E' originario del bacino del Mediterraneo e di Paesi asiatici come Cina ed India. Alle nostre latitudini cresce senza problemi e, pur preferendo pos...

CAIDUD Rete di Traliccio in Nylon 1,8 * 1,8 m per Giardinaggio, Piante rampicanti, Vite e Verdura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,11€


Ortensie rampicanti: Cura della pianta

Ortensia rampicante È buona norma durante i mesi di novembre e dicembre eseguire una concimazione delle ortensie rampicanti con del concime maturo, da effettuarsi mediante interramento alla base delle piante. Per sostenere e rinvigorire questi piacevoli arbusti durante la bella stagione delle fioriture, addizionare all'acqua di annaffiatura del'apposito concime liquido, con composizione mirata di fosforo e potassio. Le ortensie rampicanti sono anche soggette ad attacchi da parte di diverse malattie e parassiti. Innanzitutto l'oidio, la fastidiosa muffa dal biancastro colore, può proliferare ricoprendo il fogliame delle ortensie rampicanti. Si combatte con specifico fungicida, diradando le irrigazioni e migliorando il drenaggio del terreno. Afidi, ragnetto rosso e cocciniglie completano il quadro dei possibili nemici delle ortensie. Occorre controllare il grado di infestazione nelle piante, in caso di presenza dei parassiti impiegare il preciso insetticida, ed eventualmente rimuovere e bruciare zone dell'ortensia particolarmente infestate.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO