La credenza

La credenza

La credenza era posta in origine nelle cucine e nelle sale da pranzo, in quanto serviva per la presentazione dei cibi e delle portate in occasioni importanti. Infatti all'inizio era chiamata credenza a buffet ed era un mobile lungo e basso. Ogni portata veniva assaggiata, prima di essere servita, da un servitore, così da provare agli occhi degli ospiti la "credenza" del cibo, cioè la sua salubrità. Nata nel Seicento in Emilia Romagna, la credenza è stata rivisitata con il passare del tempo e successivamente vari designer ne hanno modificato l'aspetto e la funzione, almeno parzialmente. Al giorno d'oggi risulta un mobile che può essere inserito senza alcun problema e con ottimi risultati in qualunque ambiente. Infatti si caratterizza per una linea estetica ben definita e consente di tenere a portata di mano e di organizzare i vari oggetti, utensili e accessori che si hanno in casa. Ad esempio si può usare la credenza come mobile buffet oppure la si può sfruttare in vario modo per far fronte alle varie esigenze.
Esempio di credenza

Pomelli per ante credenza in ceramica color beige e panna - 6 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,47€


Come scegliere la credenza adatta

Esempio di credenza in legno Per scegliere la credenza adatta bisogna valutare diversi fattori, in primo luogo sulla destinazione d'uso del mobile. Infatti il modello classico si caratterizza per avere un volume notevole, un'altezza media, diversi ripiani interni e almeno due ante. In genere è di legno massello. A seconda di cosa deve contenere il mobile, tuttavia, la struttura e la suddivisione interna possono cambiare anche in maniera notevole. Ad esempio, una credenza che ospita l'argenteria e le stoviglie deve essere molto solida e avere ripiani interni molto robusti. Inoltre bisogna tenere a mente che questa arredo è abbastanza ingombrante e che le sue dimensioni dipendono in gran parte dalla sua capienza: è bene quindi valutare con attenzione il punto esatto in cui viene inserito il mobile. In questo modo non si rende cupo l'ambiente e non lo si appesantisce con un arredo sbagliato e che non armonizza con il resto della composizione.

  • Cucina moderna In cucina si trascorrono molti momenti della giornata: la famiglia si riunisce per mangiare e condividere esperienze e impressioni; questo ambiente della casa può inoltre diventare allegro punto di in...
  • cameretta in mansarda La mansarda è un ambiente davvero caratteristico e se a prima vista può sembrare ostico da arredare, in realtà basta mettersi d'impegno e riserverà grandi soddisfazioni. Oltretutto, l'atmosfera è così...
  • Mobili per cucine a isola I mobili cucine sono davvero infiniti. Basta avventurarsi in un negozio o nelle catene che si occupano di vendita di arredamento per sentirsi quasi persi di fronte alla moltitudine di proposte a dispo...
  • Cucina moderna e accessoriata Quando si arreda una cucina sono vari gli aspetti da prendere in considerazione. Prima di tutto l'ambiente deve essere il più possibile accogliente e confortevole: in cucina si passa infatti molto tem...

Set di 8 pomelli in ceramica di colore grigio, bianco e argento per porte o antiche credenze vintage.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,99€


Collocare la credenza nella sala da pranzo

Credenza in cucina Se si vuole collocare la credenza nella sala da pranzo, si continua a seguire l'originaria destinazione d'uso del mobile, riproponendolo in maniera attuale. Ad esempio si può usare il mobile come piano d'appoggio per le pietanze prima di servirle in tavola: si tratta di una funzione molto diffusa, perché in cucina e in sala da pranzo risulta sempre utile avere un ulteriore piano d'appoggio per i piatti e le portate in varie occasioni. Ciò vale in particolare per le cene a buffet, i pranzi domenicali e le occasioni importanti, come un compleanno, una festa, il Natale, la Pasqua, il Capodanno e le altre varie festività. In queste occasioni la credenza diventa un supporto indispensabile per alloggiare i vassoi che non trovano spazio sulla tavola. Invece, durante le normali occasioni, il piano d'appoggio del mobile può essere destinato a elementi decorativi (vasi di fiori, suppellettili, statuine oppure fotografie), che abbelliscono e valorizzano la sala da pranzo. Al tempo stesso e cassetti possono essere destinati alle posate, alle stoviglie e all'argenteria.


Modelli di credenza

La credenza nel soggiorno Altri due ambienti in cui è facile inserire una credenza sono la camera da letto e la zona living, in particolare il soggiorno. Nel primo caso il mobile può essere usato come un'alternativa alla classica cassettiera: vi si possono stipare le coperte, la biancheria da letto, le lenzuola e i cuscini, mentre nei cassetti si alloggiano i capi intimi, i calzini, accessori (gioielli, orologi, borse, sciarpe, foulard e cinture) e gli oggetti usati quotidianamente. Nel caso che la stanza sia sufficientemente ampia, la credenza ha due coppie di cassetti e un'altezza maggiore. Se invece si inserisce questa arredo nel soggiorno, le sue funzioni sono numerose e molto diverse tra loro. Ad esempio è un'ottima alternativa alla parete attrezzata o a un armadio, soprattutto se non si ha lo spazio sufficiente per queste soluzioni. Si impiega un mobile basso per alloggiare la tv e si destina la parte inferiore all'impianto DVD o al sistema hi-fi. Altre soluzioni apprezzate sono i mobili bar, così da alloggiare bicchieri e bottiglie all'interno e usare il piano per preparare cocktails.


La credenza nell'ingresso

Essendo molto versatile, la credenza si può inserire anche nell'ingresso, sotto forma di guardaroba alternativo. Per non ingombrare l'ambiente ed essere sicuri che sia funzionale e originale, si consiglia di optare per un mobile dalla limitata profondità: nei cassetti e nei ripiani inferiori si stipano scarpe, borse e accessori vari di uso quotidiano, mentre il piano d'appoggio viene usato come svuotatasche. In più è possibile sistemarvi un vaso di fiori, una lampada da tavolo, alcuni soprammobili oppure delle fotografie in cornice per decorare l'ambiente e rallegrarlo. In alternativa si può posizionare sul piano della credenza uno specchio, così da poter dare un ultimo controllo trucco e alla pettinatura prima di uscire. Per rendere lo spazio più ampio attraverso un effetto di dilatazione è preferibile optare per un mobile moderno con rifiniture bianco lucido che rendono l'ambiente più luminoso. Infatti la credenza di legno chiaro oppure con finiture bianco laccato è perfetta per dare vivacità agli ingressi bui.


Credenza in stile classico o moderno?

credenza moderno in legno In genere si associa al termine credenza un mobile tradizionale dalle linee classiche in legno di rovere oppure in noce. Sono modelli molto robusti, che danno una sensazione di calore e di solidità all'ambiente: per questo ancora oggi sono molto apprezzati, esattamente come quelle country oppure decapate in massello. In genere sono in verde salvia, tinte pastello o bianchi. Tuttavia la credenza che con il tempo si è sempre più diffusa nelle case è quella moderna, caratterizzata da linee essenziali, minimal e dalla commistione di materiali diversi, ad esempio unendo essenze esotiche e la pelle. Molto apprezzate sono anche le credenze in materie plastiche, rifinite in modo elegante così da avere un effetto lucido oppure laccato: in alternativa possono integrare l'illuminazione a LED per essere ancora più funzionali. Persino la struttura viene rinnovata, inserendo sportelli scorrevoli e cassetti a scomparsa. Vi sono anche modelli moderni in legno, ad esempio in palissandro, teak, rovere o pino lavorato in maniera particolare.




COMMENTI SULL' ARTICOLO