Riscaldamento radiante

Perché usare il riscaldamento radiante in casa

Il riscaldamento radiante è una soluzione sempre più apprezzata e diffusa sia negli ambienti residenziali che in quelli industriali: infatti si declina in tante versioni differenti, alcune delle quali sono ideali per riscaldare e climatizzare superfici di ampia metratura. Questi impianti si basano sull’installazione di particolari elementi radianti, al cui interno si trovano serpentine in materie plastiche oppure in rame dove scorre acqua calda che dona calore a tutto l’ambiente. Questi moduli possono essere pannelli di grandi dimensioni da applicare a soffitto o a pavimento oppure battiscopa particolari. I vantaggi che si possono ottenere variano a seconda degli elementi radianti adottati. Qualunque sia la forma di riscaldamento radiante, il sistema consente sempre notevoli risparmi energetici perché l’acqua che scorre all’interno delle serpentine ha una temperatura inferiore rispetto a quella dei normali impianti di riscaldamento. I risultati sono comunque ottimali e di grande efficacia.
Esempio di riscaldamento radiante

Riscaldamento a infrarossi (con telaio foresta pino), 500 W 500.00

Prezzo: in offerta su Amazon a: 139€
(Risparmi 23€)


I vantaggi ottenuti con un riscaldamento radiante in casa

Riscaldamento radiante a pavimento Adottare un riscaldamento radiante in casa consente di ottenere numerosi vantaggi, in primo luogo una riduzione degli importi nelle bollette. Questi risparmi energetici risultano maggiori nel caso in cui gli elementi radianti sono abbinati a una pompa di calore, perché questo impianto consuma notevolmente meno anche abbassando la temperatura di consumo di soltanto un paio di gradi centigradi. Al tempo stesso l’adozione di battiscopa radianti o di pannelli a soffitto consente di ovviare ad alcuni inconvenienti del sistema a pavimento, come il fatto di riscaldare anche la superficie occupata dai mobili. In questo modo i consumi risultano ulteriormente ridotti. Il riscaldamento radiante è estremamente conveniente perché il calore si propaga per irraggiamento all’ambiente senza dover prima riscaldare l’aria della stanza. Si tratta di un accorgimento che migliora il comfort abitativo e il benessere degli occupanti.

  • Esempio di riscaldamento a battiscopa Il riscaldamento a battiscopa è un sistema radiante recentemente comparso sul mercato e sempre più apprezzato dagli utenti. È una valida alternativa che si caratterizza per un più alto livello qualita...
  • Battiscopa radiante A vedersi non è niente altro che un "normale" battiscopa; in realtà è molto di più. Si tratta di un vero e proprio impianto termico in grado di rispondere perfettamente alle richieste di energia termi...
  • Riscaldamento tecnologia radiante Il riscaldamento radiante a pavimento è una tecnologia detta anche a sistemi radianti che permette di riscaldare un ambiente dal basso verso l'alto in maniera uniforme, tramite l'installazione dei tub...
  • Riscaldamento a pavimento in costruzione Il riscaldamento radiante possono essere di vario tipo e ognuno a dei metodi di installazione differenti così come anche dei costi diversi. Il sistema più diffuso è quello a parete o a pavimento, a se...

TecTake Pannello radiante riscaldamento infrarossi infrarosso 700 watt con termostato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 217,99€


I vari tipi di sistema di riscaldamento radiante

Esempio di battiscopa radiante Il modo più semplice per realizzare un riscaldamento radiante nella propria casa consiste nell’installare battiscopa radianti: infatti questi elementi si possono applicare in maniera rapida e semplice anche con il fai da te. Infatti è sufficiente posare lo zoccolino seguendo le istruzioni riportate dalla casa di produzione, utilizzando tasselli appositi o semplicemente eliminando la pellicola protettiva sul retro degli elementi ed esercitare una certa pressione perché lo strato di materiale collante aderisca perfettamente alla superficie muraria. Invece la realizzazione di un impianto a pavimento oppure a soffitto deve essere effettuata da manodopera professionale ed esperta per poter ottenere risultati a regola d’arte. Qualunque sia la soluzione scelta, il sistema di riscaldamento radiante deve essere collegato all’impianto idrico-sanitario dell’abitazione e, di conseguenza, alla caldaia o alla pompa di calore di alimentazione. Il modello a pavimento viene utilizzato soprattutto in ambito industriale perché consente di riscaldare efficacemente ambienti di notevole estensione consumando poco.


Riscaldamento radiante: Cosa tenere a mente quando si fa l’installazione

Installare sistema radiante Proprio per il fatto che assicura numerosi vantaggi, i sistemi di riscaldamento radiante vengono adottati in maniera diffusa, anche quando le caratteristiche strutturali e architettoniche dell’ambiente non sono tali da consigliare l’adozione di questi impianti. Infatti questa tipologia viene per risolvere inconvenienti nella configurazione dello spazio disponibile oppure quando si devono riscaldare ampie metrature. Al tempo stesso gli ultimi ritrovati tecnologici consentono di installare questi impianti in qualunque ambiente senza alcun problema. Qualunque sia il sistema di riscaldamento prescelto, è meglio adottare elementi dotati di serpentine in rame piuttosto che in materiali plastici. In questo modo si riducono ulteriormente i consumi (e, di conseguenza, anche gli importi delle bollette energetiche) in quanto il metallo è un conduttore migliore. Questa soluzione consente anche una manutenzione più semplice e una durata in vita più lunga dell’impianto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO