Aliquote tasi

Tasi: che cos'è e chi la deve pagare

La Tasi è un'imposta comunale (acronimo di Tassa Servizi Indivisibili) istituita nel 2014, il cui scopo è quello di far partecipare tutti i cittadini alle spese sostenute per i cosiddetti servizi indivisibili, come illuminazione pubblica, manutenzione di strade, del verde e così via. Ogni anno è necessario dunque effettuare il calcolo delle aliquote tasi affinché i contribuenti possano presentare i versamenti entro il 16 giugno (la prima rata) ed entro il 16 dicembre (la seconda rata). Non tutti però sono obbligati al pagamento dell'imposta. Chi è titolare solo della prima casa e delle relative pertinenze (cantine, locali deposito, garage, posti auto, tettoie chiuse o aperte) è esonerato dal calcolo, fatta però eccezione per chi detiene come abitazione principale immobili considerati di lusso (ville, castelli, appartamenti signorili). In questo caso infatti vige l'obbligo di versamento, così come per tutti i possessori di seconde case, aree edificabili, negozi o uffici.
Imposta seconda casa

AIESI Kit di Pronto Soccorso Professionale per auto casa viaggio barca moto trekking con TERMOMETRO e DISINFETTANTE ✔ Borsa di emergenza medicazione completa per primo intervento ✔ Made in Italy

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,9€


Aliquote tasi: Determinazione e versamento

Calcolo aliquote tasi Per il calcolo delle aliquote tasi è innanzitutto necessario determinare la rendita catastale, rilevabile da una visura catastale o dall'atto di compravendita. A questo dato va poi applicato un 5% e un coefficiente che varia a seconda delle caratteristiche dell'immobile. Si avrà un valore di 160 per il gruppo catastale A (A/10 escluso), C/2, C/6 e C/7, 140 per il gruppo B, C/3, C/4 e C/5, 80 per le categorie A/10 e D/5, 65 per il gruppo D (D/5 escluso), 55 per la categoria C/1. Al risultato va applicata un'ulteriore aliquota pari all'1 per mille. Quest'ultima può anche essere dimezzata o azzerata a discrezione delle amministrazioni comunali che ogni anno provvedono alle delibere entro maggio. La Tasi potrà così essere versata tramite modello F24 presentandolo, debitamente compilato, presso tutti gli sportelli bancari (fino ad un importo massimo di 1.000 euro), tramite i servizi di pagamento online dell'Agenzia delle Entrate oppure attraverso l'home banking.

  • Simbolo della TARI La tassa sui rifiuti è stata rinominata TARI il primo gennaio 2014 ed è compresa all'interno dell'IUC, cioè dell'Imposta unica municipale. Prima era detta TARSU, ma mantiene gli stessi presupposti e l...
  • mappa catastale L'Agenzia delle Entrate assegna a qualunque unità immobiliare iscritta nel registro dei fabbricati un proprio reddito, altrimenti detto rendita catastale, che costituisce la base fiscale da utilizzars...
  • Calcolatrice Negli ultimi anni lo Stato italiano ha spesso cambiato e riformulato le leggi relative a IMU e TASI, le imposte da pagare rispetto alle abitazioni e ai servizi comunali. Per non rischiare di sbagliare...
  • L'immobile come forma di risparmio Il pagamento tasi è dovuto dal proprietario di ciascun immobile gravante sul territorio del comune che ne emette l'aliquota, a prescindere dalla destinazione d'uso, la tipologia e l'area su cui insist...

Bestway 58237 Kit di Pulizia Deluxe, cm 279

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,96€
(Risparmi 7,94€)



COMMENTI SULL' ARTICOLO