Deumidificazione

A che cosa serve la deumidificazione e come si realizza

La deumidificazione è un sistema per eliminare l'eccessiva quantità di umidità presente nell'aria degli ambienti interni e quindi per ristabilire buone condizioni di benessere abitativo. Infatti l'umidità eccessiva non solo provoca cattivi odori e la formazione di muffe ma si ripercuote anche sulla salute dell'arredo, dell'abitazione e delle persone che vi si trovano. I mobili e le pareti assorbono l'umidità dell'aria e con il passare del tempo si danneggiano, soprattutto i materiali più delicati. In più anche le persone che usufruiscono dei locali non sono a loro agio e possono essere colpite da reumatismi, dolori articolari e cervicali. In genere la deumidificazione si ottiene con impianti non troppo costosi e si pone l'obiettivo di controllare e di regolare il tasso di umidità negli ambienti di casa, mantenendo le desiderate condizioni microclimatiche interne allo stesso tempo. I locali più colpiti dal problema sono i garage, le cantine, le tavernette e gli scantinati.
climatizzatore deumidificatore

Pictek Deumificatore d'Aria Portatile Energy-Saving Peltier 500ml Deumidificazione al Giorno con 1.5L Serbatoio d'Acqua e Cut-Off Automatico Full-Water Reminder per Casa/Ufficio/Cucina/Bagno/Ripostiglio---Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59,99€
(Risparmi 39,9€)


Gli impianti con cui si effettua la deumidificazione dell'aria

Deumificatore d'aria per casa La deumidificazione può essere eseguita con differenti sistemi per rimuovere l’umidità dall’aria: il metodo diretto è quello a condensazione e consiste nell'abbassare la temperatura sotto al cosiddetto punto di rugiada (le condizioni nelle quali l’acqua condensa). Il sistema viene applicato nei deumidificatori con impianto refrigerante ed è abbastanza efficiente ed economico. Il metodo che utilizza il riscaldamento e la ventilazione dell'aria è poco economico ed efficiente però è quello più diffuso: infatti si basa sull'uso di condizionatori o caloriferi per abbassare il livello di umidità. La deumidificazione per assorbimento utilizza sostanze igroscopiche (perline o cristalli assorbenti) che riempiono contenitori appositi. Sono soluzioni adottabili solo in ambienti ridottissimi. Infine la deumidificazione ad assorbimento è il metodo più efficace e si basa su deumidificatori che assorbono l'umidità dall'aria.

  • Umidità La deumidificazione elettrofisica usa il potenziale elettrico per diminuire l'umidità e ottenere così un ambiente più salubre. Può capitare che in caso di ristrutturazione o in certi vecchi immobili l...
  • Unità interna di un condizionatore Affinché il condizionatore funzioni correttamente è indispensabile verificare periodicamente le condizioni di quelle che sono le sue principali componenti. In caso di anomalie, infatti, è consigliabil...
  • Unità esterne condizionatori La manutenzione condizionatori è un aspetto che non va sicuramente mai sottovalutato. Questi elettrodomestici, infatti, vengono utilizzati tutto l'anno per riscaldare, rinfrescare o deumidificare l'am...
  • Cucina a legna di vecchia generazione Le cucine a legna ricordano le case di una volta nelle quali solitamente non mancavano mai. Le cucine di questo tipo hanno il vantaggio di riscaldare la casa mentre vengono cucinati i cibi adoperando ...

Sacchetto di gel di silice essiccante deumidificazione 50g x 20 borse 80x110mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,94€
(Risparmi 5,98€)


Come fare la deumidificazione dell'aria con i condizionatori

Come deumidificare gli ambienti In base al processo di deumidificazione dell'aria, i sistemi vengono classificati in tre categorie: condizionatori d'aria, sistemi essiccativi e sistemi meccanico-refrigerativi. I condizionatori e i climatizzatori realizzano la deumidificazione dell'aria attraverso un condizionamento a bassa velocità che condensa l'umidità presente. L'aria umida viene risucchiata da un ventilatore e passa per un filtro dove viene portata alla saturazione e raffreddata da una batteria ad acqua. Una successiva batteria effettuerà la deumidificazione vera e propria. Quindi l'aria verrà riscaldata prima di essere nuovamente immessa nell'ambiente così che la stanza non si raffreddi. Le condizioni standard di funzionamento sono un'umidità relativa del 65%, la temperatura ambiente a 26°C e il raffreddamento dell'aria all'interno della batteria ad acqua a 15°C. In queste condizioni si aspirano circa 20 litri di umidità in 24 ore. Il vapore acqueo si condensa nella serpentina e l’acqua viene raccolta in una bacinella e quindi espulsa attraverso il tubo di scarico apposito.


Deumidificazione: Come fare la deumidificazione dell'aria con i deumidificatori

Esempio di deumidificazione elettrofisica In base al metodo di funzionamento, la deumidificazione può avvenire a circuito aperto o a circuito chiuso: nel primo caso, applicato nei condizionatori, vi è uno scambio totale o parziale dell’aria deumidificata con quella esterna. Nel secondo caso non vi è nessuno scambio d'aria. I deumidificatori vengono usati soprattutto per ragioni igieniche e per mantenere un'umidità relativa ambientale tra il 40% e il 50%, valori necessari per il benessere psico-fisico delle persone. Ovviamente non si deve neppure avere un'aria troppo secca negli ambienti. Negli ultimi anni si sono diffusi anche deumidificatori applicati ai pannelli radianti per evitare i fenomeni di condensa durante l'estate, quando li si usa per la climatizzazione. In genere sono composti da un'unità centrale dotata di bocchette attraverso cui l'aria viene assorbita e rilasciata e da sensori di umidità che controllano il grado di vapore acqueo negli ambienti da deumidificare. Inoltre esistono anche modelli portatili, più silenziosi, economici e pratici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO