Afidi delle piante

Cosa sono gli afidi delle piante

Gli afidi delle piante sono un gruppo di insetti che conta oltre 4000 diverse specie, di cui circa 250 sono dannose per le colture e sono fra i peggiori nemici dei nostri orti e giardini. Questi parassiti si nutrono principalmente della linfa delle piante, che riescono a succhiare attraverso i punti in cui la pianta è più sottile e tenera, come germogli, foglie giovani e rametti verdi. Per questo gli afidi in genere si radunano in questi punti. Togliendo forze ed energia alle piante gli afidi ne danneggiano la crescita fino ad arrestarla, e spostandosi da una pianta all'altra possono diffondere malattie passando da una pianta malata a una sana. In più, nutrendosi di linfa producono come scarto la cosiddetta "melata", una sostanza molto zuccherina che si deposita sulla pianta attaccata ed è un terreno di coltura ideale per funghi nocivi ed altri parassiti.
Afidi su una foglia

Dr. staehler Anti-parassiti, 500 ML innocuo per le api, 1 pezzi, 001786

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,18€


Come combattere gli afidi delle piante

Afidi delle piante all'attacco Per liberarsi degli afidi delle piante e rimediare ai danni che causano esistono molti prodotti specifici in vendita nei negozi di giardinaggio e presso i fioristi. Ci sono anche diversi rimedi casalinghi altrettanto validi che permettono di risparmiare e rispettare la natura. Bisogna ricordare però che oltre agli afidi entrambi questi tipi di rimedi danneggiano anche gli insetti buoni, per cui bisogna stare attenti a come e quando vengono utilizzati. Utilizzare un insetticida, chimico o naturale, sulle piante in fiore ad esempio danneggerà anche le api oltre che gli afidi. Esistono anche dei metodi di prevenzione, per evitare il problema degli afidi ancora prima che attacchi le nostre piante. Molte specie di uccelli, fra cui i passeri comuni, sono golose di afidi, per cui è bene rispettare sempre i nidi naturali sui nostri alberi e non allontanare gli uccelli che abitano il nostro giardino. Anche coccinelle e alcune vespe si nutrono di afidi.

  • Pianta infestata da afidi I pidocchi delle piante sono chiamati anche afidi e sono piccoli insetti che succhiano la linfa della pianta o si nutrono di alcune sue parti: di conseguenza provocano l'ingiallimento delle foglie e n...
  • Afidi rametto Il gelsomino è una pianta molto delicata che può soffrire l'attacco di numerosi tipi di parassiti. Gli afidi e le cocciniglie sono estremamente pericolosi perchè si nutrono della linfa della pianta, s...
  • Peonia in piena fioritura Le peonie sono piante per giardino appartenenti alla famiglia delle Peoniacee. Le specie di questo genere si dividono in due grandi gruppi: peonie erbacee e peonie arbustive (o legnose). Le peonie erb...
  • Margherita in piena fioritura Le margherite sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. Molto diffuse nelle zone d'Europa a clima temperato e in particolare nelle regioni mediterranee, sono caratterizzate da u...

Tubo della colla topicida anti ratti topo e insetti 135 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Afidi delle piante: Rimedi naturali contro gli afidi

combattere gli afidi in modo naturale Oltre alla prevenzione naturale ci sono metodi per affrontare il problema degli afidi quando hanno già attaccato le nostre piante. Si tratta pur sempre di rimedi che, oltre agli afidi, danneggeranno anche gli insetti utili come le coccinelle o le api, ma sono comunque migliori di insetticidi chimici da nebulizzare in aria o prodotti che poi finiranno sulla frutta e verdura che mangeremo. Per sconfiggere gli afidi si può irrorare la pianta con una soluzione di acqua e sapone di marsiglia, oppure acqua in cui è stato tritato finemente aglio o peperoncino. I fumatori possono lasciare anche un mozzicone a macerare in acqua, per poi usarla per bagnare le piante dove sono state attaccate. La nicotina è una potente tossina che ucciderà gli afidi, ma è meglio non usarla su frutta o verdura da mangiare perché viene assorbita dalle piante e quindi finirà nel nostro piatto.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO