Oziorrinco

L'Oziorrinco

L'Oziorrinco è un insetto che ha abitudini prevalentemente notturne. Durante la giornata se ne sta nascosto nei rifugi che ha scavato nel terreno, al piede della pianta, dai quali esce al crepuscolo. Da questi risale i tronchi delle piante lentamente, fino a raggiungere le foglie giovani, di cui si ciba. All'alba ridiscende dai tronchi fino ai rifugi. Anche le larve risultano essere molto dannose: come gli adulti vivono nascoste nel terreno, ma si nutrono delle radici di molte piante orticole, ornamentali e fruttifere.Il danno che provoca l'insetto è dovuto alla riduzione della capacità fotosintetica nelle piante colpite, a causa delle erosioni che provoca alle foglie. Inoltre, nelle piante ornamentali vi è anche un danno estetico, per le tipiche lesioni a mezzaluna che causa alle foglie.
Oziorrinco

Tianpengyuanshuai Adesivo murale in Vinile a Sorgente Calda Decorazione Negozio di Massaggi Decorazione Decal Sticker murale Carta da Parati 28x61cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,21€


Biologia

Larva di oziorrinco L'Oziorrinco passa l'inverno sotto forma di larva, mentre in primavera compaiono le forme adulte; tipicamente dal mese di maggio in avanti.La moltiplicazione avviene per partenogenesi, dalla quale si sviluppa una sola generazione. Attacca evonimi, cotoneaster, rododendri, lauroceraso, azalee, vite, fragola, olivo ed altre.L'adulto è lungo dai 5 ai 18 millimetri ed ha un capo affusolato a forma di rostro, corto e spesso. Il torace ha forma sferica e un addome ovale. Il corpo è di colore nero o bruno opaco, ricoperto da piccole setole.Le larve hanno la stessa lunghezza degli adulti e sono facilmente riconoscibili per la loro caratteristica forma a "C" che le contraddistingue. Hanno colore bianco, non possiedono zampe e hanno aspetto carnoso e capo sclerificato dal colore rosso chiaro.

  • Segni di attacco parassitario Molti cactus sviluppano difese fisiche contro gli animali che desiderano mangiarli come corazze e spine acuminate. Nonostante cò queste piante rimangono vulnerabili all'attacco di piccoli parassiti co...
  • Parassiti delle piante Le malattie delle piante possono essere di vario genere, ma i primi sintomi compaiono sempre sulle foglie: di conseguenza è bene tenerle sotto controllo in modo costante in modo da poter intervenire t...
  • Un ragnetto rosso su una foglia Il cosiddetto ragnetto rosso è in realtà un acaro fitofago abbastanza fastidioso per i nostri preziosi ortaggi. Il suo vero nome è Tetranychus Urticae e appartiene alla famiglia degli aracnidi, e come...
  • cocciniglie Il termine cocciniglia è utilizzato per denominare gli insetti che appartengono a questa grande famiglia. Si tratta di una tipologia di insetti molto diffusi in tutto il mondo, la famiglia comprende u...

POMPA A SPALLA ELETTRICA BATTERIA IRRORATRICE NEBULIZZATORE SPRUZZINO 16 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,9€


Lotta all'Oziorrinco

lotta oziorrinco L'Oziorrinco, per le sue caratteristiche, è un insetto difficile da combattere con la lotta chimica. Il primo ostacolo è il suo periodo di attività: la primavera e l'autunno, il secondo è il fatto che non di rado sono presenti su una singola pianta ospite anche più specie.

La lotta chimica richiederebbe irrorazioni frequenti a base di prodotti chimici assai pericolosi; in un periodo in cui verrebbe sterminata anche la fauna utile.

Al contrario, la lotta biologica, è una pratica in auge da tempo che ha dato e continua a andare buoni risultati.

Innanzi tutto si può procedere alla raccolta (in orario notturno) degli animali. Si scuotono i rami dopo aver posizionato sotto di essi un telone aperto; gli animali caduti andranno successivamente elevati.

Un altro metodo consiste nel posizionare fasce incollanti tutto intorno alla base delle piante, per poter catturare le larve durante il loro spostamento.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO