Irrigazione a goccia

I vantaggi dell'irrigazione a goccia

L'irrigazione a goccia nasce in Siria, regione a bassa densità di pioggia, questo sistema consentiva racconti abbondanti con l'utilizzo di poca acqua. Oggi l'irrigazione a goccia ha un applicazione molto vasta in tutti i paesi del mondo grazie ai suoi molteplici vantaggi. Oltre che in agricoltura l'irrigazione a goccia può essere utilizzata anche per l'orto, il terrazzo e persino per le singole piante. Il principio di base è semplice, grazie a degli gocciolatori l'acqua scende lentamente solo sulle radici della piante, evitando numerose malattie delle foglie dovute all'eccesso di acqua. Con questo sistema sarà possibile continuare l'irrigazione anche se si stanno utilizzando funghicidi o insetticidi, l'acqua infatti non verrà mai a contatto con le sostanze. L'utilizzo di un sistema di irrigazione ad acqua permette l'irrigazione con acqua salina, così da poter nutrire il terreno naturalmente senza che le piante ne risentano, anzi si potrà notare un aumento della produzione senza l'utilizzo di concimi chimici.
Impianto irrigazione a goccia

Claber 90764 Kit-Drip 20 Vasi Kit Rainjet Goccia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,29€
(Risparmi 3,61€)


Le principali caratteristiche dell'irrigazione a goccia

Impianto irrigazione a goccia in serra Diversamente da altre tipologie di impianti, l'irrigazione a goccia fornisce l'acqua direttamente alle radici di tutte le piante in modo uniforme. Consente tutte le lavorazioni del terreno come ad esempio la rimozione delle erbacce e la possibilità di zappare la terra, senza dover interrompere l'irrigazione. Negli impianti di irrigazione a goccia l'omogenea distribuzione dell'acqua avviene tramite forza di gravità, l'acqua esce dai gocciolatori e si espande naturalmente nel terreno circostante, in modo capillare. Grazie a questo sistema si possono irrigare grandi porzioni di terreno con una quantità di acqua minima, tutte le piante godranno del nutrimento necessario e le quantità prodotte saranno sempre massimizzate rispetto al terreno lavorato. l'impianto viene solitamente collegato ad un timer che consente l'accensione e lo spegnimento automatici.

  • Centralina per l'irrigazione La centralina per l'irrigazione è uno degli elementi fondamentali di un impianto di irrigazione. Questa piccola apparecchiatura infatti permette di programmare le annaffiature del giardino, anche sudd...
  • Irrigazione automatica Somministrare una corretta quantità d’acqua a seconda del fabbisogno idrico di ciascuna pianta, nei modi e nei tempi corretti, è già un'eccellente motivazione per giustificare l'installazione di un im...
  • Frutto avocado L'Avocado è una pianta da frutto appartenente al genere delle Lauracee; originario dell'America centrale e più precisamente del Messico, attualmente è assai diffuso come coltura in numerose sottospeci...
  • Cavoli Il Cavolo appartiene alla famiglia delle Brassicacae o Cruciferae, da cui deriva anche la verza.Molteplici sono le varietà che esistono in natura: ci sono, infatti, i cavoli ricci, i cavoli neri, i ca...

Claber Aquauno Select-Programmatore Automatico a Una Via, 6.8 x 16 x 11.2 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,49€


Creare un impianto d'irrigazione a goccia fai da te

Irrigazione a goccia da terrazzo Quando si decide di creare un impianto d'irrigazione a goccia è bene disegnare una planimetria del luogo in cui andrà utilizzato, inoltre si deve conoscere l'esatto numero di piante, poiché questo determina anche il numero di gocciolatori. La costruzione non è complessa, alla fonte dell'acqua andrà collegato un tubo semirigido da 16 millimetri, al quale andranno collegati lo sdoppiatore (nel caso successivamente serva collegare un secondo tubo), la centralina, il riduttore di pressione e infine il timer. Per procedere alla creazione del percorso vero e proprio saranno necessarie delle cesoie per tagliare il tubo, si possono unire più tubi attraverso l'utilizzo di raccordi e moduli. In corrispondenza di ogni pianta andrà praticato un foro nel tubo, con un trapano a punta morbida, al suo interno andrà inserito il gocciolatore. L'impianto è completo e non rimane altro che metterlo in funzione.


Irrigazione a goccia per i vasi di casa

Irrigazione a goccia su vaso Parlando di impianti di irrigazione a goccia il pensiero si posa su grandi coltivazioni oppure agli orti, questa tecnica può essere utilizzata anche per terrazzi e serre. Oggi in commercio esistono piccoli impianti in grado di utilizzare il principio dell'irrigazione a goccia per i vasi di casa. L'impianto è composto da un treppiede che va inserito nel terreno de vaso, da 4 gocciolatori intercambiabili, da installare a seconda dei centilitri di acqua che si vogliono erogare ogni giorno. L'ultimo componente dell'impianto portatile è il contenitore dell'acqua, che può essere personalizzabile e viene riempito dall'alto. In alternativa il contenitore può essere sostituito da una bottiglia dell'acqua di plastica, di quelle che si trovano comunemente al supermercato. Naturalmente questo piccolo gioiello non può essere acceso o spento con un timer, l'acqua scende in modo regolare e costante.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO