Posa pavimentazione

Le regole per la corretta posa pavimentazione

Nella posa pavimentazione, esistono delle regole comportamentali importanti da tenere strettamente in considerazione per fare un lavoro a regola d'arte. La posa di un pavimento non va mai effettuato quando piove o quando c'è eccessivamente vento. Allo stesso modo, anche il sole troppo forte è da evitare, per l'azione negativa che questo ha sui collanti e sulle malte. Se si ha un pavimento riscaldante da rifare, questo non va messo in funzione dalle 24 ore precedenti i lavori ai 7 giorni successivi. Nel caso in cui la posa pavimentazione avvenga su un supporto deformabile (come parquet o calcestruzzo) occorre prevedere la realizzazione di massetti galleggianti prima della posa vera e propria. Tra una piastrella e l'altra va prevista una fuga di almeno 2 mm, per evitare le infiltrazioni di acqua.
Posa pavimentazione con piastrelle

Westinghouse Lighting Bendan Lampadario con Ventilatore R7s, 80 W, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 149,88€


L'importanza di controllare il fondo nella posa per pavimenti

Messa in opera delle piastrelle Il controllo accurato di quello che è il fondo preesistente su cui va effettuata la posa del nuovo pavimento è di fondamentale importanza. Infatti, nelle ristrutturazioni, prima di provvedere alla posa pavimentazione si ha sempre a che fare con un pavimento preesistente. Bisogna verificare che questo non risulti irregolare, contraddistinto quindi da dissestamenti o avvallamenti perché queste condizioni possono causare problemi al nuovo pavimento. Ci si può, poi, trovare difronte ad un massetto. Se le superfici sono fessurate non occorre preoccuparsi. Sono, infatti, problemi superficiali e non creano danni. Se, invece, vi sono le crepe queste vanno richiuse con gli appositi collanti. Se i sottofondi sono sfarinati, ovvero privi di consistenza e tendenti allo sgretolamento, essi andranno trattati con prodotti specificatamente adatti.

  • Esempio di posa in opera di pavimentazione moderna In caso di rivestimento di un ambiente con mattonelle la prima cosa da fare è misurare la superficie da pavimentare, considerando qualche metro in più. Per la posa in opera delle mattonelle esistono u...
  • Pavimento in laminato in soggiorno Se in casa si ha un pavimento in piastrelle vecchio, consumato oppure crepato, si può sostituirlo senza un lavoro rumoroso, costoso e invasivo. Infatti esistono in commercio soluzioni fai da te in lam...
  • Posa pavimentazione La posa pavimentazione è un lavoro da eseguire in modo molto preciso così da ottenere un risultato perfetto, sicuro e, soprattutto, duraturo nel tempo. Esistono numerose tecniche da poter adoperare, t...
  • Posa in opera di un massetto Per realizzare un pavimento a regola d'arte non è sufficiente riuscire a mettere in posa con professionalità mattonelle, piastrelle o parquet. Il segreto per avere un pavimento uniforme e piano, già p...

Meister, articolo: 419900 - Rullo di trasporto per mobili, set da 5 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,4€


La posa pavimentazione in esterni

Posa piastrelle su collante La posa pavimentazione in esterni è possibile su cinque diversi tipi di terreni: pietrosi, ghiaiosi, sabbiosi, limosi e argillosi. Occorre, innanzitutto, procedere con la realizzazione di un massetto prevedendo le giuste pendenze e utilizzando o la classica rete metallica con maglie quadrate o, meglio ancora, la rete in fibra di vetro che risulta più leggera e non soggetta al fenomeno dell'ossidazione. Le pendenze ideali si aggirano sull'1,5% per le pavimentazioni in porfido (significa che ogni metro deve prevedere 1,5 centimetri di dislivello) e sul 2% per quelle in ceramica. Applicate le piastrelle con le dovute colle occorre proteggere il lavoro con il riempimento delle fughe, da effettuarsi con i prodotti appositi. Ogni piastrella, successivamente all'applicazione, va battuta per favorirne la migliore aderenza al collante e, di conseguenza, una perfetta stabilità.


Posa pavimentazione: I costi

Posa piastrelle esterno I costi della posa di una pavimentazione sono abbastanza variabili e dipendenti dalle superfici su cui lavorare, dal materiale con cui si realizzano sia il massetto che l'allettamento e dalla presenza di eventuali decorazioni. Per il massetto, in sabbia o cemento, il costo è mediamente di 20€/mq, così come anche per quelli premiscelati ideali per le pavimentazioni in ceramica, cotto e parquet. Per la posa delle piastrelle, invece, i prezzi sono differenti e variano mediamente tra un minimo di 16€/mq ad un massimo di 60€/mq. Ad esempio, i pavimenti in clinker ceramicato costano 16€/mq, così come il gres porcellanato e la ceramica. Circa 18€/mq sono necessari per la posa di una pavimentazione in vetroceramica, mentre si passa a 30€/mq per il travertino, le pietre e le lastre di marmo. La pavimentazione più costosa riguarda il porfido, per cui sono necessari circa 60€/mq.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO