Potare il limone

Il momento giusto per potare il limone

Potare il limone è possibile in diversi periodi dell'anno. Essendo un agrume presenta alcune caratteristiche e delle modalità di potatura che lo distinguono dagli alberi da frutto. Individuare il momento giusto per ripulire l'albero dai rami inutili è molto importante per la produzione dei limoni, ma soprattutto per preservare la pianta da stress dovuti ai tagli. In genere il periodo migliore è quello in cui le temperature sono costanti e non eccessivamente fredde o calde, quindi sono da evitare l'inverno e l'estate. Il momento migliore è quello primaverile e autunnale. A marzo alla comparsa delle prime gemme floreali e possibile procedere a rinvigorire la pianta eliminando i rami che chiudono la chioma e che non manifestano ripresa vegetativa. In autunno dopo la fase vegetativa estiva, è possibile procedere ad una potatura di rinnovo eliminando i rami che hanno portato frutto e accorciando di un 30% i rami più lunghi.
Limone

Potatori, Cesoie per potatura a cricchetto, Attrezzo da giardino, Per mani deboli, Regalo da giardinaggio per ogni occasione, Incudine, Meno sforzo.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,52€


Potare il limone in vaso

Potare albero limone Potare il limone in vaso è un'operazione necessaria se si vuole dare il giusto portamento alla pianta. In questo tipo di coltura la pianta tende a svilupparsi notevolmente sia in altezza che in larghezza, le dimensioni diventano sproporzionate rispetto al vaso che contiene la pianta. Per evitare problemi a carico del tronco e delle radici si deve procedere a tagliare i rami che non servono al portamento della pianta o alla produzione di frutti. I rami da tagliare sono quelli ritorti che si incrociano con altri e quelli che hanno già portato frutto. L'intera chioma va accorciata per permettere ad altri rami di svilupparsi e rinfoltire l'intera struttura. Vanno eliminati anche i rami che crescono lungo il tronco e quelli secchi e rovinati. Il periodo migliore è l'autunno agli inizi dei primi freddi.

  • Pianta di limoni Il limone è un albero da frutta, e come tale richiede una potatura particolare. Bisogna alleggerire la chioma ma senza esagerare con gli interventi: è importante eliminare rami secchi e quelli che non...
  • Limoni Uno dei problemi che si riscontra nella coltivazione del limone è l'assenza di frutti. La pianta cresce in modo rigoglioso, non presenta parti rovinate o malate, nel complesso ha un'aspetto sano, ma n...
  • Esemplare di limone con frutti Il limone è un piccolo albero che appartiene al genere Citrus, come i cedri, gli aranci, i mandarini e i pompelmi. Finché sono piccole e giovani, queste belle piante possono essere tenute in casa. Inf...

Verdemax - Forbice A Battente Per Potare 21Cm Rose Piante Cesoia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,78€


Potare il limone in giardino

Limone vaso In genere per potare il limone in giardino si sceglie l'inizio dell'autunno, quando il ciclo vegetativo estivo è terminato. I limoni acerbi possono essere raccolti, termineranno in dispensa la loro maturazione. È un'operazione necessaria per avere una pianta rigogliosa, sana e produttiva. La pianta va osservata nella sua totalità, deve esserci la giusta proporzione tra chioma e tronco. La sproporzione può portare a delle problematiche: il tronco appesantito potrebbe cedere e spezzarsi a seguito di forti venti invernali o di abbondanti nevicate. Per alleggerire la chioma e dare armonia è necessario spuntare i rami fruttiferi, quelli che hanno avuto maggior sviluppo e fuoriescono dalla chioma. Vanno eliminati i rami interni, quelli ricurvi che si intrecciano con altri rami. I tagli vanno fatti rasenti il tronco e devono essere ricoperti con mastice per cicatrizzare rapidamente la ferita. Vanno eliminati le parti secche e spezzate, danneggiate da parassiti e anche quelli improduttivi.


Caratteristiche dell'operazione

Albero limone Potare un limone significa anche rimuovere i polloni che si sviluppano intorno al tronco e all'interno della chioma. Sono conosciuti anche con il nome di succhioni, poiché non producono frutto, ma al contrario assorbono buona parte delle risorse destinate all'intera pianta. Si sviluppano periodicamente ogni anno, alla ripresa del ciclo vegetativo. Si riconoscono per il loro portamento perpendicolare al tronco, molto spessi e privi di ramificazioni laterali. Devono essere tagliati con forbici sterili per evitare la proliferazione di malattie e per lo stesso motivo è necessario usare della pece per ricoprire le ferite presenti sulla corteccia del limone. La potatura di questi rami è possibile effettuarla in qualsiasi momento. Nell'operazione è necessario non rovinare i rami utili allo sviluppo della pianta.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO