Orto sul balcone

Orto sul balcone: coltivazione della maggiorana

La maggiorana è una pianta aromatica molto utilizzata per cucinare. E' possibile creare un orto sul balcone con la maggiorana, utilizzando i semi tra marzo e aprile. Il vaso deve trovarsi in una posizione molto soleggiata e riempito per metà con terriccio universale e per la rimanente parte con sabbia e torba. Il terreno deve essere fresco, asciutto e ben drenato. E' bene innaffiare con uno spruzzino a giorni alternati. La maggiorana non richiede concimazioni, essendo una pianta molto resistente. Al momento dell'impianto è possibile effettuare una concimazione completa con azoto, potassio e fosforo. E' molto difficile che la maggiorana sia soggetta a malattie, perché di per sè molto rustica. Tuttavia, in particolari condizioni, può essere attaccata da funghi, che si eliminano con un fungicida.
Foglie di maggiorana

Le Jardinier Parsley - Set per la coltivazione di prezzemolo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,5€


Orto sul balcone: coltivazione del ribes

Pianta di ribes Il ribes è un frutto che presenta proprietà depurative e antinfiammatorie. Coltivando il ribes in un orto sul balcone, è importante innaffiare costantemente e in modo abbondante il terreno, evitando però la formazione di ristagni d'acqua, letali per la pianta. Non si consiglia la coltivazione del ribes a partire dai semi, piuttosto è bene acquistare una piantina in vivaio da mettere a dimora. E' utile porre dei filari accanto ad ogni vaso per permettere alla pianta di arrampicarsi ed effettuare periodicamente delle potature per favorire la nascita di nuove gemme. Il terreno deve essere concimato con azoto e potassio. Il ribes necessita di un clima fresco. E' soggetto a malattie crittogamiche, evitabili smuovendo il terreno. Per evitare insetti, si consiglia l'utilizzo di un insetticida.

  • Raccolto settembre A fine estate è importante prestare cura e attenzione all'ultimo raccolto degli ultimi ortaggi maturati: questi infatti vanno raccolti per tempo, prima che deperiscano a causa dell'abbassamento delle ...
  • Struttura serra giardino Con le serre fai da te si ha la possibilità di disporre di un ambiente riparato per le piante a misura dei propri spazi. Lo scopo delle serre è quello di riparare piante e ortaggi nel periodo invernal...
  • Rosmarino vaso Il rosmarino è una pianta molto rustica e resistente, che non richiede particolari cure ed è facile da coltivare sia in vaso che in terra. Il rosmarino ha solo bisogno di molta luce e di evitare i ris...
  • Carote chantenay La carota, o Daucus carota, è una pianta erbacea spontanea della famiglia delle Ombrellifere. Originaria dell’Asia, è conosciuta fin dall’antichità, infatti, i Greci la utilizzavano per curarsi. Esist...

Cultivea Set completo - Fai crescere le tue di erbe aromatiche - 100% semi ecologici e biologici - Semi con 3 vasetti di vetro (erba cipollina, cipollina, basilico) - Do it Yourself -

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€
(Risparmi 10€)


Orto sul balcone: coltivazione del coriandolo

Pianta di coriandolo Il coriandolo è una pianta aromatica anche conosciuta come prezzemolo cinese. Il coriandolo può essere facilmente coltivato in un orto sul balcone. Non è necessario innaffiare la pianta regolarmente, ma soltanto quando il terreno diventa secco. Il vaso deve essere alto almeno 20 centimetri e il fondo ricoperto con cocci per favorire il drenaggio. E' possibile seminare direttamente i semi, i cui germogli spuntano dopo 2 settimane. La concimazione non è necessaria, ma per favorire la crescita è consigliabile utilizzare il fosforo. Il coriandolo teme le gelate, per cui è necessario che la pianta sia esposta al sole e correttamente riparata da eventuali piogge o venti. La pianta è molto rustica, per cui molto resistente ad attacchi parassitari. E', però, soggetta a mal bianco se il terreno è umido.


Coltivare le more

Pianta more Le more sono frutti selvatici con proprietà antiossidanti. La pianta, quando coltivata in un orto sul balcone, non deve essere innaffiata abbondantemente né frequentemente, ma soltanto ogni 10 giorni. Non è consigliabile la coltivazione direttamente dai semi, ma piuttosto mettendo a dimora verso metà ottobre una piantina acquistata in vivaio. È possibile richiedere espressamente la varietà priva di spine. Per le more è necessario un terreno misto con un ph leggermente acido, concimato un mese prima della messa a dimora con sostanze organiche come letame e compost, che possono essere acquistati in negozi specializzati. Le more si adattano a qualsiasi temperatura ed il roveto è resistente agli insetti ma non alle muffe, che si sviluppano con terreni non drenati o innaffiati troppo frequentemente.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO