Botrite

Come colpisce

La botrite è una particolare malattia delle piante dovuta ad un fungo parassita, che attacca diversi generi di piante, ma si accanisce in particolar modo contro la vite e le piante coltivate in serra. A volte è abbastanza difficile distinguerla da altre infestazioni fungine. Durante il periodo della maturazione i grappoli d'uva colpiti dalla botrite si coprono di un sottile strato di muffa grigia, che fa marcire gli acini fino a far cadere interi grappoli. Più raramente vengono colpite anche foglie e tralci. Il fungo responsabile della botrite, la botrytis cinerea, cresce principalmente in climi caldi e molto umidi, per cui può colpire più facilmente negli autunni molto piovosi e, come detto, può attaccare facilmente anche piante ornamentali o altre specie tenute in serra, dove si sviluppa un microclima particolarmente favorevole.
Acini botrite

Bayer - Syllit flo x 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,49€


Come eliminarla

Muffa botrite Il primo e più importante passo per eliminare la botrite è riuscire a riconoscerla, perché i sintomi sono simili a quelli di altre malattie da funghi parassiti. In commercio esistono diversi prodotti appositi contro la botrite, in vendita presso negozi di articoli per l'agricoltura o presso i florovivaisti. Antibotritici e fungicidi sono però in genere trattamenti per prevenire l'infestazione, perché poi non c'è più nulla che si possa fare. Le viti o le piante infettate vanno potate in modo da eliminare tutte le parti infette, che vanno distrutte per evitare il diffondersi delle spore del fungo. Per di più alcuni tipi di fungo, fra cui a botrytis cinerea, possono diventare resistenti al fungicida, se usato troppo spesso. Per prevenire l'infezione nelle piante d'appartamento in genere basta evitare di lasciarle in luoghi troppo umidi e poco areati.

  • Vite canadese La pianta arbustiva proviene specificamente dal nord del continente americano e si caratterizza per il variopinto fogliame, che in autunno diventa rosseggiante. In virtù della sua natura di rampicante...
  • Pianta di vite in autunno Esistono diversi modi per potare la vite e gli interventi cambiano a seconda delle varie fasi del ciclo vitale della pianta. Nel caso di un esemplare giovane, messo a dimora al massimo da 2-3 anni, si...
  • Concimazione di fondo La concimazione del vigneto riveste particolare importanza perché incide, in modo spesso determinante, sia sulla qualità che sulla quantità di produzione. Esistono varie modalità di concimazione del v...
  • Cantina tavolo Per far sì che la degustazione del vino sia ottimale occorre seguire alcune indicazioni. Ecco perché avere una cantina domestica è praticamente fondamentale per mantenere autentico il sapore del prodo...

ZAPI ANTIFORMICA ORTO CYREN 7.5 KG 1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,7€


Botrite: Casi particolari

Parassita pianta In particolari condizioni il fungo responsabile della botrite dell'uva può rivelarsi un alleato, invece che un nemico da debellare, anche se è importante tenerlo sempre sotto controllo. In climi più caldi e secchi, ma con momenti di elevata umidità come dopo un temporale o al mattino presto, l'infestazione fungina non riesce infatti a svilupparsi tanto da danneggiare irrimediabilmente le uve. La botrite si limita in questi casi ad appassire leggermente gli acini ed aumentare il grado zuccherino dell'uva. Su particolari varietà di uva, alcune delle quali sono naturalmente più resistenti ai parassiti, questo permette di ottenere vini liquorosi e dolci, generalmente bianchi, che risulteranno però un po' meno dolci dei passiti tradizionali, perchè parte dello zucchero è stato assorbito dal fungo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO