Come realizzare i giardini verticali

Cosa sono i giardini verticali

I giardini verticali rappresentano un innovativo modo di concepire il giardino, soprattutto per quello che riguarda la creazione di zone verdi nelle città. Ce ne sono diversi nelle principali città del mondo, ma un esempio significativo è il Bosco Verticale che ricopre due palazzi nel Centro Direzionale di Milano. Sulle pareti delle due torri crescono oltre mille esemplari di piante creando oltre che un effetto molto suggestivo, anche un piccolo polmone verde che aiuta a depurare l'aria milanese. Le pareti verdi presentano diversi vantaggi. Le piante aiutano ad isolare gli edifici sia dal forte soleggiamento durante l'estate, che dai venti e dalle temperature gelide in inverno. Attutiscono i rumori cittadini, filtrano l'aria dallo smog cittadino e, non ultimo, sono molto belle da vedere. Creare un giardino verticale in città significa portare un angolo di natura dove lo spazio per piante, fiori e flora in generale è ormai introvabile.
Il

Consapevolezza in giardino. Attrezzi zen per coltivare la terra

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€
(Risparmi 2,1€)


Giardini verticali casalinghi

Originale giardino verticale con bottiglie L'idea vincente dei giardini verticali può essere copiata in piccolo anche sulle pareti di casa, soprattutto se il desiderio di coltivare è tanto e lo spazio disponibile è poco. Quello che occorre sono soltanto le pareti libere di un balcone, di un terrazzo o anche i muri di casa in un giardino. In effetti, i giardini verticali si realizzano anche perché sono molto belli visivamente, oltre che per guadagnare spazio. I materiali per realizzare pareti verdi possono essere i più disparati. Non occorre spendere grandi cifre per realizzarli, ma si possono usare oggetti di recupero di varia natura. Il principio è quello di mettere lungo la parete dei contenitori per il terriccio, in cui sistemare e far crescere le piante preferite. Possono essere sacchi di iuta, contenitori di stoffa rivestiti, mensole, vasi appesi, bottiglie in plastica, barattoli, pallet, ma anche vecchi scaffali, mobili o quant'altro la fantasia suggerisce. Una volta sistemati i contenitori e assicurata la loro stabilità, si tratta di riempirli con terriccio universale e sistemare le piante che si vuole coltivare studiando almeno sommariamente le loro esigenze di coltivazione, esposizione e grandezza.

  • Esempio di parete verde Le pareti verdi, spazi verticali su cui si coltivano piante e fiori, sono un'innovazione che attrae e che spinge i moderni designer a cimentarsi in opere vistose, peraltro molto apprezzate. In realtà,...
  • Differenti tipologie di piante in bottiglia Le piante in bottiglia non sono così difficili da realizzare come potrebbe sembrare in un primo momento. Si possono scegliere differenti contenitori riciclando in maniera intelligente quelli che già s...
  • Pianta grassa parassiti Le malattie delle piante grasse possono essere provocate sia da funghi che da animali, come gli acari, le cocciniglie e il ragnetto rosso. Si tratta di patologie che affliggono la pianta e che vanno d...
  • Composizione piante grasse Le varietà di piante grasse sono tante e molte specie possono essere tenute in appartamento. Di solito vengono scelte per la bellezza delle loro forme, ma anche perché si pensa che occuparsi di loro r...

Breve storia del giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,33€
(Risparmi 2,17€)


Le piante dei giardini verticali

Una semplice idea per un giardino verticale Una prima selezione viene fatta a seconda dell'esposizione del muro. Se è in pieno sole si useranno piante che resistono al soleggiamento, mentre se è in parziale ombra ci si rivolgerà a piante che preferiscono questa condizione. Ma quali piante possono essere coltivate nei giardini verticali? Entro certi limiti, tutte. Chiaramente devono avere un apparato radicale proporzionato alla terra che avranno a disposizione, ma può trattarsi di piante verdi, di fiori, ortaggi oppure erbe aromatiche. Anche le succulente possono essere ospitate sulle pareti verdi verticali. Nel caso si utilizzino piante ricadenti, queste saranno sistemate in modo da non coprire le altre, quindi più in basso oppure senza altre piante sotto di loro. Le erbe aromatiche si prestano molto bene a questo genere di coltivazione. Basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, timo, menta necessitano di poche cure ed è molto utile averle sempre a portata di mano, quando servono.


Come realizzare i giardini verticali: Come curare le piante di un giardino verticale

Erbe aromatiche coltivate in verticale Le piante che vengono sistemate in verticale sulla parete hanno le stesse esigenze delle altre. Quindi, grande attenzione a curare il drenaggio del contenitore e che sia agevole il deflusso dell'acqua in eccesso. La annaffiature andranno fatte regolarmente, osservando soprattutto quando il terriccio si asciuga. Dipenderà soprattutto dalla stagione, dall'esposizione e dal tipo di pianta, ma osservare quando il terreno è asciutto è il modo migliore per non rischiare di bagnare troppo e di provocare malattie e marciumi dovuti all'eccessiva umidità. Anche la concimazione deve essere adeguata alla situazione. Le piante annuali sistemate in un terreno già fertile possono completare il loro ciclo vitale con poca o nessuna aggiunta di concime, mentre quelle perenni dovranno ricevere nutrimento adatto a scadenze regolari, solitamente ogni tre, quattro settimane. Osservando le proprie piante ci si potrà accorgere precocemente dell'attacco di eventuali parassiti, in tempo utile e sterminarli prima che diventino infestanti magari con metodi naturali. Pulire periodicamente le piante da fiori appassiti e parti secche servirà a mantenerle in salute e ad avere giardini verticali invidiabili.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO