Giardino roccioso

Come fare per creare un giardino roccioso

Quando si decide di realizzare un giardino roccioso si ha in casa oppure negli spazi esterni un piccolo angolo montuoso ricco di personalità e di grande fascino. Si tratta di una soluzione originale e alternativa alle classiche aiuole, in genere utilizzata per i giardini zen, ma che si adatta perfettamente anche in altri contesti. All'inizio si utilizzavano soltanto specie originarie di fasce climatiche ad alta quota e delle Alpi, adatte a vivere in ambienti dagli inverni rigidi. In un secondo momento, per facilitare una maggiore diffusione di questa tipologia di spazio verde, hanno cominciato a essere impiegate anche piante grasse e varietà tipiche della macchia mediterranea. Quando si scelgono le piante da far crescere in un giardino roccioso, è bene considerare anche la loro esposizione. Ad esempio necessitano di ricevere una buona quantità di luce la Campanula portenschlagiana e il Sempervivum.
Elegante aiuola con pietre

Il millegiardini. Giardini nel paesaggio. Stili e modi di fare giardini

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,25€
(Risparmi 3,75€)


Le piante per il giardino roccioso: il Sedum e le caratteristiche

Esempio di giardino roccioso Tra le piante più apprezzate per creare un giardino roccioso si trova il Sedum: in questo genere sono comprese varie specie, che possono essere arbusti piuttosto grandi oppure varietà tappezzanti. Quasi tutte le specie usate per il giardino roccioso hanno fusti molto ramificati e carnosi, fittamente rivestiti da foglie carnose, senza picciolo. In genere le piante di Sedum sono apprezzate per le foglie, dato che è difficile che producano i fiori: se sbocciano, sono raggruppati agli apici dei fusti in piacevoli infiorescenze larghe 5-8 cm. I singoli fiori sono stellati, quasi sempre bianchi, ma possono anche essere in molte sfumature di rosa o giallo. La stagione di fioritura generalmente è la primavera o l'estate, anche se esistono specie a fioritura invernale. Queste piante hanno sempre bisogno di sole perché una luce inadeguata indebolisce i colori e i fusti diventano radi. Durante il periodo vegetativo bisogna bagnare moderatamente e lasciare che la parte superiore del terriccio si asciughi tra un’irrigazione e l'altra. Durante il periodo di riposo, invece, si riducono le irrigazioni.

  • Esempio di giardino verticale Basta un piccolo angolo per creare uno splendido giardino. Quello che occorre è un po' di passione e d'inventiva. Non servono piante rare o costose per avere un giardino invidiabile. Se lo spazio disp...
  • Esempio di giardino con rocce Un giardino roccioso è una soluzione originale e di grande impatto estetico per movimentare un giardino troppo omogeneo e sfruttare tutti gli angoli di questo spazio esterno. L'obiettivo è creare una ...
  • Peonia in piena fioritura Le peonie sono piante per giardino appartenenti alla famiglia delle Peoniacee. Le specie di questo genere si dividono in due grandi gruppi: peonie erbacee e peonie arbustive (o legnose). Le peonie erb...
  • Margherita in piena fioritura Le margherite sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. Molto diffuse nelle zone d'Europa a clima temperato e in particolare nelle regioni mediterranee, sono caratterizzate da u...

Terrazze, balconi e giardini pensili

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,45€
(Risparmi 7,5€)


Scegliere piante e pietre per un giardino roccioso

Aiuola con rocce e piante Se si realizza un giardino roccioso in un punto ombroso e asciutto, si consiglia di piantare esemplari di Diascia cordata e di Dianthus deltoides. Invece, se il tasso di umidità è abbastanza alto, sono da preferire il Cyclamen hederifoliume la Cassiope. Molte specie alpine necessitano di una buona esposizione alla luce solare: tra queste ci sono l'Hutchinsia alpina, il Dianthus alpinus e l'Herinus alpinus. Un giardino roccioso è l'ideale per spezzare la monotonia del prato e movimentarlo nel modo migliore possibile. Si ricrea quindi ambiente alpino oppure collinare grazie alla presenza equilibrata e alternata di grosse pietre e zone fiorite. Per ottenere buoni risultati bisogna disporre sul prato alcune grosse pietre in modo casuale, ma al tempo stesso facendo attenzione ad avere una struttura unitaria e piacevole alla vista. Si consiglia di interrare parzialmente le pietre per renderle più stabili. Infine si riempiono con rialzi di terriccio gli spazi vuoti tra le pietre in modo da coltivarvi fiori e piante sempreverdi.


Giardino roccioso: Creare un giardino roccioso a regola d'arte

Piccolo giardino roccioso Durante la realizzazione di un giardino roccioso bisogna prestare molta attenzione alla preparazione del terreno e alla scelta dei vari componenti: solo in questo modo si ottengono risultati a regola d'arte. Si consiglia di usare rocce locali, magari recuperate nelle zone circostanti oppure nello stesso giardino. In genere si usano il tufo, l'arenaria e le pietre calcaree. Ottimi risultati si ottengono con le pietre in arenaria, mentre quelle calcaree possono nel lungo periodo subire danni a causa degli agenti atmosferici. Negli spazi tra una pietra e l'altra si inserisce terriccio ben fertilizzato, così da favorire lo sviluppo delle piante. Gli esemplari devono appartenere a specie molto resistenti, che non necessitano di molta acqua e che non soffrono le alte temperature e il gelo invernale. In ogni caso bisogna effettuare una costante cura del giardino roccioso.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO