Potatura ciliegio

Quando potare il ciliegio

Il ciliegio è un albero originario dell'Europa che fa parte della famiglia delle Rosacee. In Italia si trova soprattutto in collina e nelle zone montuose. La varietà di ciliegio dolce può raggiungere i 20 metri di altezza e produce dei frutti succosi. Esistono poi altre varietà, le più diffuse delle quali sono il ciliegio acido, di dimensioni più piccole rispetto a quello dolce, e il ciliegio ornamentale che non produce frutti, ma splendidi fiori. Ognuno di questi andrà potato in un certo modo e sempre tenendo conto del fatto che il ciliegio è una pianta molto sensibile che risente molto delle operazioni volte a sfrondare e amputare. Infatti, i tagli effettuati sui rami vengono avvertiti dall'albero come vere e proprie cicatrici da risanare. Per questo motivo le "ferite" tendono a ricoprirsi di materia gelatinosa, utile a proteggere la pianta dagli agenti esterni. Ciò nonostante, la potatura ciliegio è un'operazione imprescindibile per la buona salute dell'albero ed è necessario effettuarla periodicamente, anche se con molta cautela.
Ciliegio potatura

10 piante LAVANDA piantine (LAVANDULA ANGUSTIFOLIA) vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


La potatura di formazione

potare ciliegio La potatura del ciliegio non consiste in una singola operazione, ma comprende una serie di passaggi da eseguire meticolosamente nel corso del tempo. Partiamo dall'inizio, ossia da quando la pianta è ancora giovane. Una volta che questa avrà raggiunto i 75 cm di altezza, sarà necessario potare la parte superiore del tronco centrale in modo da permettere la crescita dei rami laterali. Si tratta del primo step della potatura e va eseguito in autunno o in inverno, dopo di che sarà necessario attendere un anno per poter procedere al taglio dei rami laterali, che andrà effettuato in modo tale da creare una struttura scalare. Andranno lasciati due piccoli rami secondari su ogni ramo principale, gli altri andranno rimossi. In tal modo la pianta riceverà più luce e darà più frutti. L'operazione va ripetuta nello stesso modo l'inverno successivo e bisognerà nuovamente creare una struttura a forma cono. È bene evitare di eseguire la potatura quando l'albero è già fiorito giacché potreste comprometterne la salute e la produzione di frutti.

  • Albero di ciliegio in fiore L'albero di ciliegio presenta diverse varietà, che possono crescere oltre i 20 metri di altezza o formare piccoli alberi di dimensioni molto più ridotte. Il ciliegio è in genere un albero che non ha e...
  • Potatura di un rametto La potatura di formazione si effettua sulle piante nei primi anni di età per conferire loro la giusta forma e permettere una crescita uniforme ed armoniosa. Nelle piante ornamentali si usa per orienta...
  • Come potare la vite La potatura della vite è una tecnica di giardinaggio indispensabile per ogni viticoltore. Essa deve avvenire in un periodo specifico dell'anno ed è fondamentale sia per controllarne la produzione (in ...
  • mobile legno di ciliegio Il ciliegio è un tipo di albero largamente apprezzato non solo per i golosi frutti che produce ma anche per il legname pregiato. Il suo legno è forte e resistente, abbastanza pesante ma che si presta ...

OUNONA 2 pezzi Forbici per potare Forbice da potatura manuale a da giardinaggio Forbice da taglio a forbice portatile da giardino in acciaio inox professionale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Come potare un albero maturo

La fioritura primaverile del ciliegio Trascorsi tre anni dal momento in cui avete piantato il vostro albero di ciliegio, esso avrà raggiunto un età matura e una forma stabile. Pertanto, non sarà più necessario tagliare i rami secondari in maniera scalare, ma solo eliminare i rami che crescono in direzione verticale così da garantire una buona crescita di quelli che si dirigono all'esterno. Questi ultimi sono infatti i più fertili e hanno bisogno di spazio per crescere e di aria e luce per restare sani. Durante l'inverno, inoltre, sarà bene avere l'accortezza di eliminare i rami secchi e le foglie morte tagliandole con delle cesoie, ma anche i rami sani che fuoriescono dalla struttura scalare dell'albero. Insomma, la pianta deve mantenere la sua forma nel tempo e tutto ciò che crea delle distorsioni visive deve essere rimosso. Si raccomanda di eseguire tutte le operazioni di potatura durante i mesi invernali, ossia quando l'albero non è in fase produttiva.


Potatura ciliegio: Consigli su come potare ciliegio

Potare ciliegio Al di là dei vari passaggi necessari alla crescita dell'albero, sono necessarie alcune accortezze utili al mantenimento della sua salute. In primo luogo, le cesoie utilizzate per la potatura ciliegio devono essere sempre affilate e sterilizzate. Il ciliegio è infatti una pianta molto delicata e soggetta a contrarre malattie di origine fungina. Per sterilizzare gli attrezzi basta immergerli in una soluzione composta da 9 parti di acqua e una di candeggina e poi risciacquarli con acqua calda. Durante le operazioni di taglio è consigliabile tenere le cesoie ad un'inclinazione di 45 gradi, onde evitare che le estremità recise siano troppo esposte all'umidità. Quando l'albero sarà cresciuto abbastanza, le cesoie non basteranno più e bisognerà sostituirle con troncarami e i seghetti. Per evitare che le radici del ciliegio non vengano intaccate da nuovi germogli in crescita, è necessario rimuovere sempre i virgulti che crescono alla base dell'albero. Inoltre, il terreno deve essere mantenuto pulito attraverso la puntuale rimozione del materiale di risulta della potatura. Evitate di tagliare i rami se il clima è troppo umido per non incorrere nel rischio di marciumi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO